Quello che ho sempre trovato curioso, di Scampia, è il fatto che proprio il quartiere peggiore di Napoli sia diventato l’archetipo per raccontare la Napoli di oggi.

Insomma non (più) Posillipo, Chiaia, Mergellina o anche i ‘vasci’ dei Quartieri Spagnoli: oggi vince la Kabul a portata di mano, magari anche a rischio di calcare un bel po’ la mano.
 
Striscia Scampia (II) di Mario NatangeloInsomma, Scampia batte Vomero dieci a zero. Di queste simpatiche riflessioni parlo nella seconda tavola che ho disegnato su Scampia.
P.s. La prima tavola, sui Boss e la toponomastica, la trovate qui.