“Come mai non siete a scuola?”. Esordisce così Luciano Spalletti avvicinandosi a un gruppo di giovani tifosi del Napoli, ammassati vicino ai cancelli di Castel Volturno per salutare i loro beniamini. Il tecnico ormai è un idolo in città, forte del dominio degli azzurri in campionato. E già veste i panni di una figura che va oltre l’allenatore, per sottolineare quanto sia importante lo studio. “Quando si recupera la lezione, oggi pomeriggio?”, incalza Spalletti. “Mai, mai”, rispondono i piccoli tifosi. E qui arriva la risposta da manuale: “E quando ti dovrò allenare e non capirai cosa ti dico? Io quelli che non capiscono non li voglio”.

Il discorso ai giovani fan del Napoli ripreso da un video dimostra l’intenzione di Spalletti di sfruttare il suo ruolo e la sua posizione per mandare un messaggio importante. Infatti il tecnico non è nuovo a iniziative di questo genere e un episodio simile era già avvenuto a novembre scorso: “Ci sono due modi di fare sport: calciando il pallone e studiando per capire quello che chiedo io. Studiare è uno sport, anche perché se vuoi giocare con me nel Napoli, devi capire cosa si vuole fare e dove si vuole andare”. Spalletti aveva anche portato l’esempio di capitan Giovanni Di Lorenzo: “È il capitano perché ha la pagella migliore di tutti”.

Community - Condividi gli articoli ed ottieni crediti
Articolo Precedente

Paul Pogba non è più un caso, è un mistero: un altro infortunio, Allegri ormai pare rassegnato

next
Articolo Successivo

Da Skriniar a Leao, sempre lo stesso film: il tira e molla sui rinnovi ha francamente stufato

next