È tutto pronto per i funerali della sovrana più amata di sempre, Elisabetta II. Londra è stata letteralmente bloccata dall’immane quantità di gente che, in queste ore, si è messa in fila di fronte a Westminster Palace per dare l’ultimo saluto alla sovrana. La camera ardente è stata chiusa questa mattina alle 8 e la famiglia reale al gran completo è pronta ad accompagnare la Regina nell’ultimo viaggio. Attesi capi di stato e reali da tutto il mondo (qui tutti i nomi di chi parteciperà). Ma ecco qual è il programma previsto per la giornata di domani (visibile anche sulle nostre reti generaliste con uno speciale Tg1, lo speciale Tg5 condotto da Silvia Toffanin e lo speciale del TgLa7).

06.30 (07.30 in Italia): si chiude la camera ardente della sovrana defunta a Westminster Hall.

08.00: al rintocco del Big Ben la Gran Bretagna si raccoglie in un minuto di silenzio.

10.44: il feretro di Elisabetta II lascia Westminster Hall e viene trasportato verso l’abbazia di Westminster, dove si svolgerà il funerale.

10.52: la processione funebre arriva all’abbazia di Westminster.

11.00: inizia il funerale. Le porte dell’abbazia saranno state aperte dalle 08.00 del mattino per permettere a tutti i partecipanti di prendere posto.

12.15 : terminato il funerale, il feretro viene condotto all’arco di Wellington lungo un percorso di 2,4 km.

13.00: la bara viene trasferita su un carro funebre, che la porterà fuori Londra al castello di Windsor.

15.06: il carro funebre arriva al castello di Windsor e viene portato in processione alla cappella di St. George.

16.00: nella cappella si svolge un servizio religioso di commiato alla presenza di 800 persone.

19.30: la regina Elisabetta viene sepolta accanto al marito Filippo nella King George Vi Memorial Chapel durante una cerimonia privata per la famiglia reale.

Articolo Precedente

Turista finlandese di 70 anni scompare a Venezia e viene ritrovata 20 giorni dopo: il marito era tornato a casa

next
Articolo Successivo

William e Harry più lontani che mai: ecco l’unica volta che si sono parlati davvero

next