di Marco Lenti

Buongiorno, ho deciso di rivolgermi al vostro giornale perché veramente non so più cosa fare. Lo scorso 5 settembre sono andato alla metro Anagnina per rinnovare la metrebus card con l’abbonamento annuale studenti dei miei tre figli, e già qui la prima novità: alla biglietteria fisica non si può più pagare l’abbonamento ma bisogna farlo solo online.

Va bene, torno a casa, faccio la procedura indicata e riesco a pagare il rinnovo per due dei miei figli, per la terza non riesco perché non mi viene offerta nel sito l’opzione “abbonamento annuale studenti a zone” ma solo le due possibilità “abbonamento integrato annuale a zone” e “abbonamento integrato mensile a zone” che ovviamente non vanno bene perché sono abbonamenti senza l’agevolazione studenti. Il giorno dopo torno alla biglietteria di Anagnina facendo presente il problema, ma nulla, loro non possono fare niente, mi continuano a dire che è una guerra tra poveri e che non sanno come fare.

Il giorno dopo ancora mando mia figlia a Termini sperando che fosse solo un problema della biglietteria di Anagnina, ma niente, neanche lì si può pagare e dopo l’insistenza di mia figlia nel dire di voler pagare l’abbonamento e che online non si riesce a fare, l’operatore chiude dicendo “io non so che fare, andate a mettere una bomba alla sede di via Prenestina 45”. Qui capisco che la cosa si fa seria, da quel momento nei giorni successivi, nell’ordine:

1) Ho aperto tre segnalazioni tramite il sito web Atac, nella sezione “Atac risponde”, 00075246/2022, 00073184/2022, 00072370/2022, facendo presente il problema, dopo qualche giorno mi rispondono mandandomi la procedura da seguire per rinnovare online, cosa che ovviamente già conosco e ho fatto per gli altri due figli. Lo faccio presente ma tutto tace;

2) Ho telefonato al “numero unico per la mobilità” 06.57003 ma neanche loro sanno cosa fare visto che non sono Atac (anche se il loro numero è sul sito dell’Atac nella sezione assistenza);

3) Ho inviato una richiesta di assistenza al numero Whatsapp 3351990679 e mi hanno risposto di aprire una segnalazione nella sezione “Atac risponde” del sito (cosa che ovviamente ho già fatto tre volte);

4) Ho mandato una Pec all’ufficio protocollo dell’Atac facendo presente il problema (ed ovviamente non mi ha risposto nessuno);

5) Ho chiamato due volte il centralino Atac chiedendo di parlare con qualcuno che potesse aiutarmi a risolvere, la prima volta mi è stato bruscamente attaccato il telefono in faccia, la seconda, qualche giorno dopo, mi hanno detto che non potevano passarmi nessuno, ho chiesto di parlare con l’ufficio che si occupa degli abbonamenti, ma niente, con la direzione Atac o con almeno la segreteria di direzione, ma niente, mi è stato risposto “e mica posso passare una telefonata così alla segreteria di direzione”, insomma un muro di gomma.

Poi ho deciso di insistere con il servizio Whatsapp e alla fine mi hanno chiesto i dati di mia figlia e della card e mi hanno detto di aver girato la mia richiesta all’ufficio preposto. Da quel momento ogni giorno mando un messaggio al numero Whatsapp chiedendo aggiornamenti sui tempi di risoluzione del problema, ma ad ogni messaggio mi viene risposto che hanno mandato un sollecito e di riprovare a breve sul sito. Ma ovviamente niente. Ho chiesto di poter parlare con questo fantomatico ufficio preposto, ma ovviamente nulla, non hanno i numeri (o non me li vogliono dare).

Nel frattempo mia figlia ha ripreso ad andare all’università, anche se la cosa le provoca ovviamente uno stress le ho detto di viaggiare senza fare il biglietto e di spiegare al controllore di turno la situazione. Ad oggi, non so ancora se e quando potrò rinnovare l’abbonamento, sto facendo viaggiare mia figlia senza abbonamento (sotto stress perché sempre con la paura di star a fare una cosa illegale) perché a questo punto è diventata una questione di principio. La cosa che mi mette pensiero è che il voucher del bonus trasporti vale 30 giorni, e qui non si vede luce, non vorrei perdere l’opportunità di poterlo utilizzare se non riescono a fornirmi una soluzione a breve.

Al momento non so più chi rivolgermi. Grazie per l’attenzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati: 17.978 nuovi casi e 60 morti. Positività al 12,2% con 146.983 tamponi

next
Articolo Successivo

David Rossi, la relazione della commissione (non votata da Pd e Leu): “Lesioni sul suo cadavere non pienamente compatibili con il suicidio”

next