Il co-portavoce dei Verdi Angelo Bonelli correrà per il centrosinistra alla Camera nel collegio uninominale di Imola, in Romagna, mentre il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni si presenta nel collegio di Pisa (anche lui per Montecitorio). Caduto, insieme al patto tra il Pd e Calenda, anche il veto posto dal leader di Azione sulla loro corsa nel maggioritario, i due capi della lista rossoverde rappresenteranno la coalizione in territori tradizionalmente “rossi” che dovrebbero garantire loro l’elezione.

Negli altri collegi uninominali riservati a Verdi e Sinistra italiana – dopo l’accordo con Enrico Letta – correranno anche Aboubakar Soumahoro e Ilaria Cucchi. Il sindacalista e attivista di origini ivoriane correrà alla Camera a Modena, mentre la sorella di Stefano Cucchi sarà candidata per il Senato a Firenze. Entrambi saranno anche capilista nel proporzionale, ma non è ancora stato deciso dove. Il co-portavoce dei Verdi Bonelli, invece, ha chiesto di correre anche in un proporzionale dove la sua candidatura non sia blindata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parlamentarie M5s, hanno votato oltre 50mila iscritti: “Più del 2018”. Via libera al listino di 15 nomi proposto da Conte con l’86,5% di Sì

next
Articolo Successivo

Elezioni, una sintesi dei programmi sul lavoro – il centrodestra e il solito difetto degli slogan

next