La sua passione per i muscoli gonfi e scolpiti era diventata una dipendenza, al punto che oltre a sfiancarsi di esercizi in palestra, aveva iniziato anche ad iniettarsi una miscela di olio, lidocaina e alcol benzilico per accrescerli ulteriormente a dismisura. Ovviamente contro il parere di ogni medico. E sono state proprio queste iniezioni a rivelarsi fatali: così è morto a 55 anni il bodybuilder brasiliano Valdir Segato, star di TikTok dove conta oltre un milione e mezzo di follower. I suoi bicipiti da 60 centimetri di circonferenza, i pettorali irrealisticamente tondi e le spalle turgide lo rendevano facilmente riconoscibile nei tantissimi contenuti che pubblicava sui social.

E proprio per i social sfidava sé stesso, iniettandosi consapevolmente nei muscoli sostanze chimiche potenzialmente tossiche: “I medici — spiegava in un’intervista al Daily Mailmi hanno più volte consigliato di smettere di usare il Synthol ma è una mia decisione… lo faccio perché mi piace. Ho raddoppiato le dimensioni dei miei bicipiti, ma voglio comunque essere più grande”. Il suo cuore, però, non ha retto: “Erano circa le 6 del mattino — ha raccontato un vicino di casa al giornale brasiliano Globo — e lui è venuto strisciando e ha bussato alla finestra di mia madre. Ha bussato più volte fino a quando lei si è svegliata e le ha detto: aiutami, aiutami perché sto morendo”.

Valdir Segato è stato quindi trasportato d’urgenza nell’ospedale più vicino a Ribeirao Preto, la cittadina dove viveva da solo a 300 km da San Paolo, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Le autorità hanno disposto l’autopsia sul suo corpo.

Articolo Precedente

Alex Jones, il complottista di estrema destra che negava Sandy Hook condannato a pagare 4 milioni di dollari

next