Le molestie sul luogo di lavoro sono una triste realtà che negli ultimi anni è venuta sempre più alla luce. Ne parla anche Sonia Bruganelli, a capo della SDL 2005, agenzia di scouting che si occupa dei casting di programmi tv. La moglie di Paolo Bonolis, che nelle ultime ore ha risposto a un fan circa lo stato di salute della sua storia d’amore proprio con il noto conduttore, ha spiegato di non essere mai stata vittima di molestie e discriminazioni sul posto di lavoro. “A 24 anni ho iniziato a lavorare nell’ambiente televisivo in cui avevo incontrato il mio fidanzato e futuro marito. Lavoravo con persone con le quali lavorava anche lui e forse questo mi ha un po’ tutelata. In generale, non mi sono mai trovata in situazioni di disagio”.

Intervistata da Leggo, la Bruganelli condivide i consigli che dà alle proprie dipendenti: “Nella mia azienda, lavorano perlopiù donne. Dico sempre loro di stare attente a come si propongono. A volte, è meglio rinunciare a una cena per evitare che il proprio comportamento sia male interpretato. Se devo mandare una dipendente a un incontro, preferisco siano in due. È una tutela per tutti”.

Articolo Successivo

Selena Gomez si ribella agli stereotipi dei social: “Gli stomaci veri sono tornati, non trattenete il respiro quando vi scattate una foto”

next