Il mondo del cinema piange Alessandro De Santis. L’attore, divenuto celebre per aver interpretato ‘Lillo’ nel film ‘Johnny Stecchino’ di Roberto Benigni e affetto dalla sindrome di Down, è morto a Roma all’età di 50 anni. A darne notizia sono stati i familiari, i quali hanno raccontato di essere stati contattati dal celebre attore e regista: “Abbiamo ricevuto una lettera di condoglianze e cordoglio da Benigni e questo ci ha molto colpito”, hanno riferito, cogliendo poi l’occasione per annunciare i funerali, che si terranno domani nella chiesa di San Frumenzio, a Roma.

‘Johnny Stecchino’ fu premiato, nel 1992 con uno speciale David di Donatello e ottenne due Nastri d’argento e due Ciak d’oro. Celebre la scena – censurata nella versione del film uscita negli Stati Uniti – in cui il protagonista Dante (interpretato da Benigni) dava ingenuamente la cocaina all’amico Lillo come rimedio per il diabete. Acquistata la notorietà grazie a ‘Lillo’, De Santis ha poi recitato in ‘I bambini della sua vita’ al fianco di Piera Degli Esposti e Nino Frassica, per la regia di Peter Marcias.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Gli stipendi bassi mettono a rischio la capacità cognitiva e aumentano la possibilità di perdere la memoria”: il nuovo studio della Columbia University

next
Articolo Successivo

Lee Ryan, arrestato in aeroporto il cantante dei Blue. Ecco che cosa è successo

next