Un volo movimentato per Lee Ryan. Il cantante dei Blue, la boy band che spopolò nei primi anni Duemila, è stato arrestato lo scorso 31 luglio dopo essersi comportato in modo “intimidatorio” durante il viaggio da Glasgow a Londra. Stando a quel che riportano i media britannici l’artista avrebbe assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti del personale di bordo che si sarebbe rifiutato di servirgli alcolici. Una volta giunto a Londra Lee Ryan sarebbe stato arrestato con l’accusa di reato di ordine pubblico e tenuto in custodia per 12 ore prima del rilascio.

Un passeggero, che ha affermato che questo episodio ha ritardato il volo di 20 minuti, ha riferito a The Sun: “È diventato aggressivo con le hostess quando era chiaro che non gli sarebbe stato somministrato alcol. A un certo punto ha lasciato il suo posto e ha iniziato a camminare su e giù per il corridoio nonostante gli fosse stato detto di sedersi, è persino corso dietro le tende dell’equipaggio di cabina. Era un comportamento pazzesco”. Un altro ha detto: “Il modo in cui si è comportato è stato davvero intimidatorio”. In passato il cantante, padre di una bambina e sposatosi con la sua dolce metà, Verity Paris, con una cerimonia intima e romantica, aveva parlato della propria lotta contro l’assunzione di bevande alcoliche.

Articolo Precedente

Morto Alessandro De Santis, il Lillo di “Johnny Stecchino’. L’addio di Roberto Benigni in una lettera ai familiari

next
Articolo Successivo

Lady Gaga, condannato a 4 anni di carcere uno dei tre uomini che rubò i cani della popstar: ha aggredito e sparato alla dogsitter

next