Prendono il via oggi alle 10 ora di Londra, le 11 in Italia, i festeggiamenti per il Giubileo di platino della Regina Elisabetta. Per quattro giorni, la famiglia reale al completo restituirà un’immagine colorata e (si spera) sorridente dei Windsor, da troppi anni protagonisti per lo più di scandali, litigi, e rivelazioni imbarazzanti. Dal 2 al 6 Giugno, a rinsaldare il legame tra i parenti della casa reale sarà l’amore comune e condiviso per la Regina. E per lei, infatti, che si è mobilitato un intero Paese che nonostante tutto, è disposto a deporre le armi mettendo da parte scetticismo e critiche alla monarchia, per festeggiare la stima ed il rispetto che Elisabetta II ha saputo conquistare in tanti anni di onorato e ininterrotto servizio.

Primo appuntamento, la cerimonia del Trooping the Colour, un evento che l’esercito della Gran Bretagna svolse per la prima volta nel 1775. Quest’anno il Principe del Galles sostituirà la Regina, salutando e ispezionando le truppe mentre il Duca e la Duchessa di Sussex si uniranno alla Duchessa di Cambridge e ad altri reali per assistere allo spettacolo. Dopo la cerimonia, la regina riceverà il saluto del reggimento a cavallo della Household Cavalry Mounted dal balcone di Buckingham Palace prima di assistere insieme agli altri reali al tradizionale sorvolo degli aerei.

In serata, più di tremila fari si accenderanno in tutto il Regno Unito e nel Commonwealth per rendere omaggio alla Regina, che guiderà l’accensione del principale faro del Giubileo in una cerimonia speciale al Castello di Windsor. Le forze armate renderanno un tributo speciale a Sua Maestà, sparando un saluto a doppia pistola in occasione del Giubileo di platino e del sessantanovesimo anniversario dell’incoronazione della Regina nel 1953. La King’s Troop Royal Horse Artillery sparerà un saluto con 82 cannoni da Hyde Park poco prima delle 13 ora locale. Inoltre 124 raffiche verranno sparate dalla Torre di Londra dalla Honorable Artillery Company, 42 in più per la City di Londra, dallo scoccare dell’una.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le 6 settimane del processo Depp-Heard: le violenze, il dito mozzato, le feci sul letto, gli abusi e disturbi della personalità. Tutte le accuse

next
Articolo Successivo

Johnny Depp, la lettera dopo la vittoria su Amber Heard: “In questi anni contro di me accuse false, molto gravi e criminali”. Poi cita Seneca

next