È morto a 79 anni Vangelis, nome d’arte di Evangelos Odysseas Papathanassiou, compositore greco vincitore del premio Oscar nel 1982 per la colonna sonora del film ‘Momenti di gloria’ di Hugh Hudson. Il premier greco Kyriakos Mitsotakis lo ha fatto sapere su Twitter, scrivendo che “Vangelis Papathanassiou non è più tra noi”, mentre i media locali hanno riferito che l’artista è morto in un ospedale francese ieri. Dalle musiche per ‘Momenti di gloria‘ del 1981 di High Hudson con cui ha vinto il premio Oscar per la migliore colonna sonora originale alla colonna sonora, di ‘Blade Runner‘ di Ridley Scott nel 1982 passando per quella composta per ‘1492 – La conquista del paradiso’ e ‘Blade runner 2049’. La carriera del compositore greco Vangelis è stata costellata da successi e da colonne sonore rimaste impresse nell’immaginario e non solo del cinema.

Nato ad Agria il 29 marzo del 1943, Vangelis inizia sua carriera quando, negli anni Sessanta, fonda il gruppo pop Forminx, che diventa ben presto popolare in Grecia. Nel 1968 si trasferisce a Parigi e, nel 1973, comincia la carriera di solista con la composizione delle colonne sonore di due film del produttore francese Frédéric Rossif. Il suo primo album da solista è ‘Earth’ (1973). Dopo essersi trasferito a Londra, firma un contratto con la Rca e lavora nel suo studio di registrazione privato (Nemo Studios). In questi anni produce alcuni dei suoi album più famosi, come Heaven and Hell (1975), Spiral (1977) e China (1979). Vangelis, che ha collaborato come arrangiatore con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Milva, Patty Pravo arriva al successo nel 1982 quando vince l’Oscar per la colonna sonora del film ‘Momenti di glorià di Hugh Hudson. Nello stesso anno inizia la collaborazione con il regista Ridley Scott per il quale scrive la colonna sonora per ‘Blade Runner’, divenuta presto un cult, come d’altronde il film stesso. Per lo stesso regista firmerà, qualche anno più tardi la riuscita colonna sonora di ‘1492 – La conquista del paradiso’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Ghali: “Ho conosciuto un ragazzo tunisino, talentuoso e povero. L’ho invitato a collaborare ma è scappato… Ne parlo in una canzone”

next