Un operaio di 36 anni di origine egiziana è morto cadendo da un ponteggio a Ferrara, mentre stava smontando l’impalcatura in un cantiere. Secondo una prima ricostruzione, il lavoratore è precipitato dal quarto piano ed è morto sul colpo nonostante l’imbragatura. Sul luogo sono intervenuti il 118 – che ha potuto solo constatare il decesso – e la Polizia per i primi accertamenti, oltre agli ispettori del lavoro.

Lunedì sera, sempre nel ferrarese, alla ditta di ceramica Remix di Ostellato un altro incidente sul lavoro ha coinvolto un operaio di Comacchio di 41 anni, rimasto incastrato con il braccio sinistro in un macchinario. L’uomo è stato trasferito con l’elisoccorso all’ospedale Maggiore di Bologna. È in prognosi riservata e rischia l’amputazione dell’arto, ma non è in pericolo di vita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lavoro, l’indagine: “La difficoltà nel reperire personale dipende da salari bassi e dal ricorso massiccio a contratti a tempo determinato”

next
Articolo Successivo

Pronto soccorso, medici in fuga e sale di attesa affollate. Sindacati e associazioni: “Stipendi più alti e assunzioni di non specialisti”

next