Giorgia Soleri – adesso in libreria con ‘La signorina Nessuno’ – è tornata a parlare della vulvodinia. Dopo averlo fatto alla Camera dei deputati, accompagnata dal fidanzato Damiano David dei Maneskin, adesso la modella e influencer da 604mila follower su Instagram si è sfogata sui social. Via Instagram story (ormai scadute ma riportate da Fanpage) Giorgia ha scritto: “Ieri sono nuovamente stata vittima di gaslighting, disinformazione (e violenza psicologica, aggiungerei) da parte di un medico (che spoiler: non è neanche il mio medico, quindi non conosce la mia storia clinica) avendo urgentemente bisogno di un certificato medico che attestasse il mio stato di (non) salute per alcuni impegni lavorativi che ho dovuto annullare o prorogare. Ho chiamato un medico generico privato che mi visitasse (la mia dottoressa è ancora a Milano, storia lunga) mi prescrivesse una terapia e che mi consegnasse questo benedetto certificato”, ha esordito Soleri. Che poi ha spiegato di aver scoperto di avere una bronchite “accompagnata da faringite e laringite acute“.

E ancora, nei dettagli: “Ho detto al dottore di avere più di una patologia cronica per la quale prendo diversi farmaci tra cui antiepilettici, antidepressivi e miorilassanti. Sia per via orale che vaginale ed anale. E ho aggiunto che ‘pur stando leggermente meglio ultimamente’ prendo oppioidi al bisogno a causa del dolore cronico‘. L’ho fatto per sapere se qualcuni di questi farmaci potesse avere un qualche tipo di interazione con quelli che prendo quotidianamente”. Dopo una serie di domande, ecco la frase che ha lasciato la ragazza senza parole. “Quando ho nominato l’endometriosi – ha spiegato Soleri -, è stato detto a me e al mio compagno che era presente: ‘Ma lo sapete che la cura per l’endometriosi è una gravidanza? Dovreste fare un figlio subito’“.

Soleri si è sfogata dicendo che questo consiglio le è stato dato senza conoscere a fondo la sua storia clinica e i possibili problemi di sub-infertilità o infertilità. E ancora ha aggiunto, furiosa: “La gravidanza non cura niente. Lo ripetiamo nuovamente: non esiste cura per l’endometriosi. Se poi viene detto da un medico (nemmeno specializzato) che mi vede per la prima volta e viene chiamato per problemi di tutt’altro tipo, l’unica cosa che mi viene da dire: ‘Chi si fa i ca**i suoi, campa 100 anni'”. L’influencer ha inoltre raccontato di aver risposto al medico con un “Non è vero”, mentre Damiano ha sottolineato: “Non c’è cura”. Infine su Instagram ha concluso: “Non riesco a spiegare a parole l’umiliazione, la frustrazione, la rabbia generata da quelle parole […] Mi si sono riempiti gli occhi di lacrime e si è chiusa la gola. […] Se non potete ascoltare, comprendere, empatizzare, supportare, fateci un favore: tacete”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Greta Gila non è mai stata una trafficante di droga. Scagionata Miss Ungheria (e risarcita dallo Stato italiano)

next
Articolo Successivo

La felpa di Zelensky venduta all’asta per 105 mila euro. Boris Johnson: “Un leader incredibile”

next