“Oggi è la giornata mondiale della libertà di stampa. Dimostriamo di essere fieri dei nostri valori. Chiediamo ufficialmente come Europa il rilascio e la libertà di Julian Assange. Per lui, per il popolo ucraino e per tutti i cittadini oppressi nel mondo l’Unione europea sia la terra della libertà e della pace”. Sono le parole di Tiziana Beghin, europarlamentare del Movimento 5 stelle, che alla plenaria del Parlamento europeo, a Strasburgo, si è rivolta così a Mario Draghi, intervenuto poco prima. Beghin ha ripreso, poi, un concetto espresso dal presidente del Consiglio italiano: “Siamo d’accordo con lei quando parla di riformare il regolamento di Dublino. Serve solidarietà e responsabilità sempre così come dimostrato nell’accoglienza dei rifugiati ucraini. E con altrettanta onestà le ricordo che quest’aula, grazie anche al contributo del M5s, ha votato quattro proposte legislative del pacchetto ‘rifiuti’. Le norme europee non prevedono l’uso indiscriminato degli inceneritori. La stella polare dell’Unione europea si chiama economia circolare. Applichiamola anche in Italia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Draghi a Strasburgo: “Aiutare l’Ucraina vuol dire lavorare per la pace. La priorità è il cessate il fuoco”. Il suo discorso in un’aula semivuota

next