Una delle figure di maggior spicco sui social (che già, “di maggior spicco sui social” mette addosso una certa mestizia, come frase) è Il Cinico per quanto riguarda le questioni d’amore. Va letta tutta insieme, come la cantasse Cecco, il fornaio di Fantozzi: Cinico per quanto riguarda le questioni d’amore. Cinicæ va su tutte le furie se qualcuno sbandiera un sentimento, non tollera i drama, anzi di più, non crede alla loro esistenza. Cinico ha rotto francament* le palle, ostentare freddezza e persino disprezzo non ha alcun appeal, qualcuno deve pur dirglielo. Per banale che sia, il mondo ruota intorno all’amore nelle sue svariate forme, che sia la scopat* tanto cercata o la storia di una vita. Chi cerca il potere lo fa per avere l’amore e i suoi derivati o i suoi derivati senza l’amore, che sia. A proposito di All you need is love, c’è una coppia che in questi ultimi mesi sta facendo molto parlare di sé. Non c’è cataclisma che fermi il gossip, lo diceva Oscar Wilde (non è vero ma gli hanno attribuito di tutto, pover’uomo, può prendersi pure questa). E lo sappiamo bene, perché nel disarmante orrore delle notizie in primo piano, uno spazio per Ben Affleck e Jennifer Lopez tornati insieme dopo dieci anni si trova e, udite udite, va a finire che la gran parte dei lettori si dedica ad approfonire l’annosa questione “perché lui le ha regalato un anello di fidanzamento con smeraldo e non con diamante?“.

Piccola spiegazione per quelli che hanno sbagliato a cliccare: i due, Affleck e Lopez, sono stati insieme 10 anni fa, si amavano, erano a un passo dalle nozze. Poi la fine. Ognuno la sua vita, altri matrimoni, i figli, le carriere. Ora si sono ritrovati e si amano, tanto. Al punto che lui le ha ri(chiesto) di sposarla, ovviamente con un anello bello bello. Perché verde? La domanda che toglie il sonno a milioni di persone, nel mondo: “Il verde è sempre stato il mio colore preferito, fortunato e ora, di sicuro, lo sarà sempre”, ha detto JLo. Ecco. È il suo colore preferito. Chi avrebbe mai detto che potesse essere questa, la risposta alla vita, l’Universo e tutto quanto, compreso il quesito “perché Ben Affleck ha regalato un anello verde – smeraldo – a Jennifer Lopez?”. “È il suo colore preferito”. La cantante e attrice non lesina commenti, ma solo se si è iscritti alla sua newsletter: è lì che ha mostrato il brillocco verde, commossa. Un racconto di quelli che Il Cinico, alla terza parola, ha già un ghigno mefisstofelico sulla faccia ed è pronto a sbranare i suoi cari: “Sabato sera mentre ero nel mio posto preferito sulla terra (nella vasca da bagno con schiuma), il mio bellissimo amore si è inginocchiato e mi ha fatto la proposta – racconta Jennifer – Sono stata presa totalmente alla sprovvista. L’ho guardato negli occhi sorridendo e piangendo allo stesso tempo, cercando di realizzare che dopo 20 anni tutto ciò stava accadendo di nuovo, ero letteralmente senza parole e lui ha detto: ‘È un sì?’. Ho detto SÌ, certo che è un SÌ“. Accidenti. Mon Dieu. Perbacco. Rischiamo di fare la fine del Cinico. E a noi altri, a noi che hanno sempre fatto credere la “minestra riscaldata” non sia buona? Anni e anni a convincerci che no, basta, chi ha avuto, ha avuto, ha avuto, chi ha dato, ha dato, ha dato, scurdámmoce ‘o ppassato per poi scoprire che invece la “minestra riscaldata” e meglio del piccione di Cracco, del Bollito non Bollito di Bottura, della torta Matisse di Iginio Massari. I Bennifer si amano, i putti si mettano in fila per suonare i fiati. Sì, questa usanza di mescolare i nomi delle coppie famose è un evergreen che merita un cenno. Una roba matematica che Fibonacci ci resterebbe secco. I Brangelina: Brad Pitt e Angelina Jolie (sappiamo com’è finita). I Ferragnez. E financo i Prelemi, Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli (non fatevi domande). Ora, già da come viene il mix si intuisce che destino si avrà come coppia. Provateci voi. Tipo, i Roldi (che è il caso di chi scrive): vi pare una cosa appetibile per i rotocalchi? Comunque, con buona pace del Cinico, i Bennifer hanno un nome di coppia niente male e si amano. E l’amore vende, appaga, anche solo sbirciato, non vissuto. Pensate al successo della serie televisiva Bridgerton stagione 2. Lo spettatore sa dal minuto 1,22 come andrà a finire. È una perfetta soap opera, magristralmente orchestrara da Shonda Rhimes. Un Harmony fatto con mezzi produttivi importanti. Chi guarda sa che niente potrà impedire al piano sublime del destino di compiersi, eppure resta attaccato allo schermo quasi sotto ipnosi. C’è pure una newsletter di gossip nella sua forma più antica (non se la prenda : tale Lady Whistledown racconta quanto accade alle nobili famiglie e niente è più atteso del suo opuscolo, consegnato a tutti, ma proprio a tutti, a mano. Allora, arrivederci Cinico. In questo caso, nel caso dei Bennifer, hai le tue ragioni, va detto. Too much. Ma va bene così. What the world needs now is love, sweet love. It’s the only thing that there’s just too little of.

***One big gossip column that is unforgiving, unforgetful and from which there is no redemption – McLuhan (Ricordate la scena di Io e Annie? “Quella” scena? Loro in fila per entrare al cinema e, eccola)

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandro Del Piero e Ronaldo dimenticano le rivalità passate e si abbracciano. Il calciatore brasiliano: “Sei stato velocissimo a trovarmi”

next
Articolo Successivo

Laura Pausini ad Alessandro Cattelan: “Non capisco perché scrivono queste cose… Ma ti darò uno schiaffone quando ti vedrò”

next