Dopo la pandemia si rinnova il “miracolo”: VoceAllOpera ricomincia a portare la lirica dove uno non se l’aspetta. Cioè tra i giovani (e messa in scena dai giovani) e in periferia. Succede di nuovo a Milano e nella stagione del decennale dell’associazione l’inaugurazione è affidata – per la prima volta – a una produzione ospite curata da OperAperta, compagnia che dà ai giovani artisti la possibilità di studiare e portare a termine una produzione in un processo di creazione che segue diverse fasi di lavoro. Sul palco del teatro Spazio 89 – consueto domicilio delle stagioni liriche di VoceAllOpera – andrà in scena Dido and Æneas di Henry Purcell, opera forse poco conosciuta dalle grandi masse, di sicuro poco rappresentata, ma che resta un capolavoro di epoca barocca.

La regia è affidata a Iván Ruge: “L’ambientazione che ho scelto prende spunto dal possibile primo luogo di rappresentazione dell’opera – spiega – Ci troviamo in un generico orfanotrofio all’interno del quale l’innocenza, la violenza, le droghe ed il sesso convivono e si pongono come condizioni di possibilità del destino delle sei donne vittime che si trovano al centro di questo spettacolo. La cifra è quella di una presa di posizione politica che cerca di tenere viva la consapevolezza critica nei confronti di un problema che assilla l’esistenza di milioni di donne attraverso il racconto di una storia che, servendosi di elementi simbolici, persegue l’intento di porre lo spettatore-testimone di fronte ad una realtà quotidiana e spietata”.

E’ stato il presidente di VoceAllOpera, il regista Gianmaria Aliverta, a decidere di lasciare il palco dell’inaugurazione della stagione lirica dell’associazione a OperAperta: un modo – sottolinea – “per dare spazio a tutti quei giovani a cui la pandemia ha tolto tutto, anche uno spiraglio di futuro lavorativo nell’ambito lirico, osando più di quanto già fatto in questi dieci anni di vita di VoceAllOpera”. “Con questa prima ‘produzione ospite’ – aggiunge – vorremmo porci nel panorama sia come scopritori di artisti debuttanti, sia come ente catalizzatore di tutte quelle giovanissime realtà milanesi volenterose ma prive di in palcoscenico dove poter ‘dar Voce’ alla creatività”.

Dare sempre più spazio ai giovani esecutori, riqualificare le periferie e rendere l’opera un genere fruibile da parte di un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo, saranno il fil-rouge anche delle prossime produzioni. Il 22 aprile è in programma il Barbiere di Sivilia, prodotto da VoceAllOpera, che ha abituato il pubblico ad allestimenti molto divertenti e di altissima qualità. I protagonisti saranno i vincitori del concorso di canto e di regia dedicato a Giancarlo Aliverta. Alla produzione della stagione lirica di VoceAllOpera contribuiscono in sinergia Spazio Teatro 89 e Fondo Morosini.

Il cast e la produzione
Sul palco ci sono giovani artisti, alcuni dei quali al loro debutto: Dido sarà impersonata da Ester Covini, Belinda da Clara Schneider, la seconda donna da Francesca Cavagna, Æneas da Marco Pampuro, la Maga da Camila Salazar Zender, la Prima Strega da Eudossia Drei, la Seconda Strega da Alessandra Normano, il Marinaio da Sebastiano Cicciarella.

Coro: Gruppo Vocale Chanson d’Aube diretto dal maestro Alberto Odone.

Direttrice e clavicembalista: Maxine Gloria Rizzotto. Maestro collaboratore: Claudio Capretti. Vocal coach: Gaelle Meyer.

Regia: Ivàn Ruge. Scenografia e costumi: Francesca Donati. Lighting designer: Silvia Vacca, il maestro collaboratore Claudio Capretti.

Info

Dido and Æneas di Henry Purcell
Produzione | Compagnia OperAperta di Milano
Dove | Spazio Teatro 89 – Via F.lli Zoia 89, Milano
Quando | Sabato 12.03.22 – Ore 20
Biglietti | 12 euro
Prenotazioni | prenotazioni@spazioteatro89.org – Tel. 02.40.914.901 – Mailticket
Web | www.voceallopera.comwww.spazioteatro89.org
Social | fb VoceAllOperaIg voce_allopera

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pasolini, l’amica Maraini gli dedica un libro epistolare: il ritratto di un uomo arrendevole

next
Articolo Successivo

Da Tiziano a Picasso, anche l’arte ora entra “in guerra”. La Russia chiede indietro le opere in prestito ai musei italiani

next