“Sono insistenti le segnalazioni che ci arrivano in queste ore circa persone che, a nome del patrocinio comunale, chiedono soldi per aiutare il popolo ucraino in fuga dalla guerra. Si tratta o di malintenzionati o di persone non autorizzate ad agire per conto dell’Amministrazione che non ha individuato nessuno per questa attività”. È la truffa denunciata tramite il canale social del comune dell’Aquila dal sindaco della città abruzzese, Pierluigi Biondi. Il primo cittadino nel segnalare la richiesta di soldi non autorizzata dal Comune, ha sottolineato che l’unica forma di aiuto stabilito dall’ente, al momento, è quella della raccolta di beni di prima necessità “che già in queste ore arrivano numerosi a testimonianza del gran cuore degli aquilani”.

Oltre alla raccolta di beni, il Comune ha anche manifestato nei giorni scorsi la disponibilità all’accoglienza, come si legge in un altro post pubblicato dall’amministrazione. La raccolta beni avverrà dalle 10 alle 18 di oggi, domenica 6 marzo, sia in piazza Duomo che al megaparcheggio di Collemagno.

Nella foto la raccolta ufficiale del Comune dell’Aquila

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La coppia di violinisti che suona per la pace. Lui ucraino, lei russa: “Una serie di concerti per raccogliere fondi per le vittime della guerra”

next
Articolo Successivo

Milano, la protesta davanti al consolato russo: “Fermate l’aggressione. Solidarietà a chi protesta e viene arrestato in Russia”

next