È stata trovata riversa senza vita, su un marciapiede di Manhattan, Cheslie Kryst, Miss America nel 2019. La donna, 30 anni, si è tolta la vita lanciandosi nel vuoto dal 29esimo piano del grattacielo in cui abitava, nel cuore di New York, sulla 42esima strada. Il suo corpo è stato ritrovato verso le 7.15 della mattina di domenica 30 gennaio, mentre la Grande Mela veniva sferzata da una bufera di neve: il riconoscimento non è stato facile, poi la conferma dell’identità è arrivata grazie anche ad un bigliettino trovato nel suo appartamento di lusso al nono piano dell’edificio.

Un testimone ha dichiarato di averla vista su una terrazza al 29° piano poco prima che la tragedia si compisse. Kryst – secondo quanto riportato dai media americani – era da sola quando si è lanciata nel vuoto: poche ore prima della sua morte aveva pubblicato su Instagram una sua foto con la scritta: “Possa questo giorno portarvi riposo e pace“. Nel bigliettino, Cheslie Kryst ha scritto di lasciare tutti i suoi averi alla madre senza però spiegare il motivo del suo gesto.

Ai tempi dell’università in Nord Dakota la giovane era stata un’atleta molto promettente: poi si era laureata in legge ed era diventata un’avvocata impegnata in battaglie civili e sociali. Quindi aveva seguito le orme della madre, anche lei reginetta di bellezza, e aveva vinto il titolo di Miss America, che le aveva aperto le porte della televisione. “Non era solo bella, era una persona splendida – ha detto un funzionario di polizia citato dal Post – era un avvocato, aveva una vita che tutti le avrebbero invidiato… È così triste”.

Articolo Precedente

Sanremo 2022, i cantanti della prima e seconda serata. Fiorello apre, Zalone il mercoledì e Amadeus: “In settimana l’annuncio di altri ospiti”

next
Articolo Successivo

Verissimo, Tina Cipollari sbotta contro Gemma Galgani: “Se continua così mi alzo e me ne vado”. Silvia Toffanin reagisce così

next