Gli abusi sessuali di Marylin Manson su Evan Rachel Wood in un documentario. Ancora non è uscito ma già non si parla d’altro che di Phoenix Raising. Per oltre due anni la documentarista Amy Berg ha lavorato segretamente a questo film dove viene raccontata la vita dell’attrice 34enne e, anche se sarà presentato ufficialmente al Sundance Film Festival 2022, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni circa il suo scottante contenuto, soprattutto per quanto riguarda la prima parte.

Al momento è trapelata una scena in particolare, con Evan Rachel Wood che riguarda vecchie foto sul suo computer e ripensa agli anni con il cantante, raccontando quello che le è accaduto: “È sempre difficile per me guardare foto di me stessa prima. La mia storia non è unica. Sono andata da Amy (la regista, ndr) alla disperata ricerca di essere ascoltata e che questa storia fosse raccontata e che le persone finalmente prestassero attenzione a ciò che stavamo dicendo e quanto fosse serio”.

L’attrice di Westworld e Marilyn Manson hanno iniziato la loro relazione nel 2006, quando lei aveva solo 18 anni e lui 37. Sono stati insieme per circa 4-5 anni, poi lei ha trovato la forza di andarsene e raccontare tutto: “Sono stata costretta a compiere un atto sessuale commerciale con false pretese“, dice ancora nel documentario spiegando di non poter fare nomi esplicitamente per paura di ritorsioni da parte dell’artista. “È stato allora che è stato commesso il primo crimine contro di me, sono stata essenzialmente violentata davanti alla telecamera“, racconta puntando il dito contro la casa discografica di Manson perché proprio sul set del video musicale della sua canzone “Heart-Shaped Glasses” lui è “stato violento fisicamente, sessualmente e psicologicamente, la crudeltà che includeva drogarla e poi violentarla”, come si legge sul Messaggero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, “Delia Duran non sente più i sapori. Ha il Covid”

next
Articolo Successivo

Tomaso Trussardi rompe il silenzio dopo la rottura: il messaggio a Michelle Hunziker nel giorno del suo compleanno

next