È morto Magawa, il topo gigante africano celebrato per aver aiutato a scoprire oltre 100 mine anti-uomo e altri esplosivi in Cambogia. Lo rende noto la Bbc, che ricorda come il ratto si sia distinto non solo per il suo record nel fiutare le sostanze chimiche contenute negli ordigni inesplosi, ma anche per il proprio lungo servizio. Magawa era un roditore di dimensioni mediamente più grandi rispetto a quelle del topo domestico ma comunque abbastanza leggero da poter passare sopra a una mina antiuomo senza farla esplodere, rischio che invece corrono gli artificieri. Per questo era stato addestrato da Apopo a riconoscere e individuare l’odore delle sostanze chimiche presenti nell’esplosivo usato per confezionare le mine, cosi da indicarle agli uomini addetti alla bonifica dei territori colpiti durante la guerra del Vietnam. Magawa aveva iniziato il suo addestramento a due anni, “superando tutti i suoi test a pieni voti” prima di essere messo in azione in Cambogia. Magawa è stato il primo topo a ricevere una medaglia d’oro al valore dall’ente di beneficenza veterinario della Gran Bretagna The peoplès dispensary for sick animals (Pdsa). La specie cui apparteneva Magawa ha un forte senso dell’olfatto e può essere addestrata rapidamente, abilità che rendono il topo gigante africano eccellente nella ricerca delle mine. Deceduto a 8 anni, Magawa è stato particolarmente longevo per la sua razza ed era andato in pensione nel 2020, dopo quattro anni nei campi cambogiani. L’organizzazione benefica belga Apopo ha affermato di avere poco più di cento altri topi che svolgono lo stesso lavoro in tutto il mondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’anatra servita con becco e occhi fa discutere. Il ristorante: “Onoriamo la vita degli animali”

next
Articolo Successivo

Neonata abbandonata in strada a -20 gradi tra i ghiacci della Siberia: cinque adolescenti sentono i lamenti e le salvano la vita

next