L’aumento dei casi dovuti alla variante Omicron, prevalente al 70% in Sardegna, e le nuove regole sui Green pass stanno spingendo la campagna di vaccinazione nell’Isola con un incremento delle somministrazioni e delle prime dosi, non solo quelle pediatriche. Diversi piccoli Comuni stanno organizzando giornate dedicate e le prenotazioni sono già oltre la disponibilità di dosi previste tanto che si sta pensando a nuovi Open Day. A Cagliari, da dopo l’Epifania, si registra un costante e intenso flusso di persone all’hub della Fiera di Cagliari. Anche oggi sono state registrate lunghe file con attese anche di un’ora per potersi vaccinare.

Secondo i dati della Asl di Cagliari nell’hub della Fiera oggi sono state prenotate ed effettuate 300 prime dosi (tra pediatriche e per adulti) e 600 in tutto il territorio coperto dall’Azienda sanitaria, mentre prima del 15 dicembre la media giornaliera si attestava sotto le 100, toccando anche le 70-80 inoculazioni al giorno. Nei primi 10 giorni di gennaio 2022 sono già 50mila le vaccinazioni somministrate tra prime, seconde e dosi booster e, a questo ritmo, secondo una stima della Asl, si arriverà a fine mese a 130 mila. Attualmente i sardi vaccinati sono 1.280.309 pari all’80,1%. Il prossimo obiettivo è arrivare al 90% della popolazione vaccinata, un risultato che, se le vaccinazioni proseguiranno con questo ritmo, potrebbe essere raggiunto a Pasqua.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Firenze, colpì la segretaria al volto con lo smartphone: procura chiede il rinvio a giudizio per il direttore di Confindustria

next
Articolo Successivo

Roma, giunta Gualtieri assumerà 110 persone. Lega: “Quasi tutti dal Pd”. E 3 sono indagati. La replica: “In linea con le altre amministrazioni”

next