Sono almeno cinque le presunte aggressioni, avvenute a Milano la notte di Capodanno, su cui si indaga con l’ipotesi di violenza sessuale di gruppo. Nei giorni scorsi la procura aveva aperto un fascicolo sul caso di una 19enne studentessa fuorisede che, intorno all’una e mezza di notte, ha subito abusi da un “branco” di una trentina di giovani in pieno centro città, all’angolo tra piazza Duomo e via Mazzini. “Sembrava scherzassero, ma poi qualcuno mi ha strattonato con forza. Si sono fatti violenti. Ho pensato volessero rapinarmi e gli ho dato la borsa. Ma non mi lasciavano. Mi sono spaventata e ho iniziato a urlare”, ha raccontato alle forze dell’ordine secondo quanto riposta il Corriere della Sera. Una dinamica che ricorda quanto avvenne a Colonia durante il Capodanno 2016, con centinaia di uomini ubriachi che durante i festeggiamenti nella città tedesca violentarono e rapinarono decine di donne.

Partendo dall’aggressione subita dalla 19enne (documentata da un video pubblicato sui social) gli inquirenti hanno allargato l’indagine alla vicenda di un’amica che si trovava con lei e che è riuscita a evitare l’abuso grazie all’intervento di una terza persona. Sono inoltre in corso accertamenti su presunte violenze (anch’esse riprese da un video, pubblicato dalla testata Alanews) nei confronti di due giovani straniere finite in balia di un altro gruppo attivo in piazza Duomo – che quella notte peraltro era presidiata dalle forze dell’ordine – nonché nei confronti di una quinta ragazza.

Gli investigatori della Squadra mobile milanese, agli ordini del procuratore aggiunto Letizia Mannella e della sostituta Alessia Menegazzo, stanno passando al setaccio i filmati e le immagini delle telecamere della zona, per identificare gli aggressori e individuare altri episodi simili. Si stanno anche approfondendo le denunce per rapina presentate da ragazze e relative alla notte di Capodanno, per valutare se sussistano anche violenze di tipo sessuale. Le loro testimonianze sono raccolte a verbale in queste ore. In procura si ribadisce che quanto accaduto è “un fatto gravissimo e senza precedenti” e che le indagini puntano ad identificare e punire le decine di giovani responsabili.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Covid, Cartabellotta a Rtl: “Slogan ‘niente Dad, scuola sicura’ non è possibile con attuale circolazione. Difficile tenere classi in presenza”

next
Articolo Successivo

Sicilia, tamponi esauriti e terapie intensive piene. Il primario: “Serve un lockdown per fermare questa montante marea omicida”

next