Contagi e quarantene dilaganti hanno effetti anche sul trasporto pubblico. Lo si vede al nord, in Lombardia, dove Trenord, la linea ferroviaria regionale, ha soppresso nelle scorse ore 300 corse, il doppio rispetto alla giornata del 3 gennaio e il triplo rispetto alla settimana scorsa stando ai dati dell’azienda. Colpa del Covid -19. Il numero dei dipendenti in quarantena tra macchinisti e capotreno, infatti, sale da 120 a 170. Trenord sottolinea anche un aumento delle corse programmate di questa settimana, circa 2070, contro le 1800 della settimana scorsa che rientravano nel calendario festivo.

Nel capoluogo lombardo non va meglio. A Milano i dipendenti Atm in quarantena sono infatti circa 300. Secondo l’azienda – che gestisce metropolitana e mezzi di superficie – è probabile che vi sia un aumento dei casi nei prossimi giorni. Per ora, sottolineano dalla sede della società, l’andamento del servizio è regolare considerato che l’orario è festivo e il personale si è reso disponibile per turni rafforzati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Euro, in circolazione 3 milioni di monete dedicate a Falcone e Borsellino: l’omaggio ai due magistrati vittime della mafia

next
Articolo Successivo

Omicron, le faq dell’Iss: “Efficacia vaccini alta dopo 14 giorni dal booster. Molti anticorpi monoclonali perdono efficacia”

next