“La morte di Mauro da Mantova è la morte di un poveretto trattato da giullare che ha il suono non del monito ma della barzelletta triste”. E dovrebbe fare scuola non tanto per i no-vax, ma per chi usa i no-vax nel ruolo delle macchiette per un po’ di show”, queste le parole scritte da Selvaggia Lucarelli sul Domani a proposito della morte di Mauro Buratti, 61 anni, a causa del covid-19. L’ex carrozziere di Curtatone, uno dei più noti “interventisti” del programma radiofonico La Zanzara dove per tutti era “Mauro da Mantova“ era stato ricoverato i primi di dicembre grazie all’insistenza di Giuseppe Cruciani che aveva convinto Buratti, no vax e sostenitore di svariate teorie strampalate, ad andare in ospedale. Le sue condizioni erano apparse subito gravi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Chi mette in dubbio l’identità sessuale di Federico manca di rispetto a me”: le parole della moglie di Federico Lauri

next
Articolo Successivo

Al Bano ha il covid: “Non capisco i no vax. Io sto benissimo, non mi sembrava vero”

next