Enrico Mentana non ha visto su La7 la conferenza stampa di ieri del premier Mario Draghi. Il motivo? Se Rai1, Rete 4 e le reti all news hanno puntato sulla diretta integrale, la rete diretta da Andrea Salerno ha scelto una strada differente. “L’Aria che tira” con Myrta Merlino ha alternato le immagini live con collegamenti e interventi dallo studio. Una scelta che non ha entusiasmato Enrico Mentana che, con il suo stile e con qualche battutina, ha fatto alla collega una “ramanzina” in diretta.

Il direttore del TgLa7 una volta in studio si è lasciato andare: “Ho dovuto tradire La7 per vedere la conferenza stampa. Io speravo di vederla da te, invece tu hai alternato e allora ho dovuto vederla altrove. Non dico dove…“, alludendo alle altre reti che avevano seguito in diretta l’evento. “Mi ha fatto anche un appunto, va bene prendo nota“, ha replicato la giornalista con il sorriso e cercando di minimizzare ma Mentana ha rincarato la dose:“Damilano è andato addirittura lì. Era davanti a La7, ha visto che avevi gli ospiti e è andato direttamente alla conferenza stampa“.

“Non è vero, ve l’abbiamo raccontata divinamente. Non ascoltate Enrico Mentana…“, ha concluso la padrona di casa. Dal punto di vista narraritivo e sia in termini informativi la scelta di La7 si è rivelata poco efficace nella copertura dell’evento, l’auditel infatti sembra stare dalla parte di Mentana. Ieri “L’Aria che tira” ha ottenuto nella prima parte 200 mila spettatori con il 3,2% di share e 358 mila con il 3,3% nella seconda.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roberto Bolle inaugura l’anno con Danza Con Me: “Fare il Sovrintendente? Spesso non conoscono il mondo della danza, io sì”

next