In quasi 100 anni di vita non era mai successo. Finalmente Walt Disney ha una donna ai vertici. Susan Arnold è stata nominata presidente del consiglio di amministrazione ed è la prima volta. Alla fine dell’anno prenderà il posto di Bob Iger, l’ex amministratore delegato di Disney che ha trasformato con la società a suon di shopping, portando in casa di Topolino colossi come Pixar Animation, Marvel Studios e Lucasfilm.

L’uscita di Iger segna la chiusura di un capitolo importante per Disney e consolida la leadership del suo successore, l’amministratore delegato Bob Chapek. Iger è stato alla guida di Disney dal 2005 al 2020 e nominato presidente del consiglio di amministrazione nel 2012. Ora anche questo suo ruolo passa di mano: nominando la Arnold la casa di Topolino scommette su una manager con esperienza nei cda e nei prodotti per i consumatori. Prima di Disney è infatti stata in Procter& Gamble e McDonald. “Susan è la scelta perfetta per la presidenza del consiglio di amministrazione e ho fiducia nel fatto che la società sia bene posizionata per continuare il successo sotto la sua leadership”, afferma Iger.

Arnold si troverà a guidare un consiglio di amministrazione che negli ultimi anni è stato costretto ad affrontare molte sfide. Poco dopo la nomina ad amministratore delegato di Chapek, il Covid ha infatti chiuso tutti i parchi divertimento di Disney e anche i cinema. Per arginare l’impatto della pandemia il colosso dell’intrattenimento ha accelerato sui servizi di streaming quali Disney+. La piattaforma ha sperimentato un boom iniziale dopo il lancio aiutando i titoli azionari di Topolino ad attutire il colpo del Covid a Wall Street. Negli ultimi mesi però la crescita degli abbonati è rallentata in modo significativo, facendo crollare le azioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gabriele Rossi e Lorenzo Licitra stanno insieme: “Gli scrissi un messaggio quando vinse X Factor, l’anno in cui i Maneskin arrivarono secondi”

next
Articolo Successivo

Dieta, digiuno intermittente e stile di vita per rallentare le lancette del nostro orologio biologico: il miglior anti-aging è nel piatto

next