Tor Eckhoff, youtuber noto con lo pseudonimo Apetor, è morto il 27 novembre, un giorno dopo essere caduto in un lago ghiacciato dove stava pattinando. Stando a quanto riportato dal Sun, solo qualche giorno prima, nel giorno del suo 57esimo compleanno, il creator aveva pubblicato un video premonitore intitolato: ‘I Am Not Dead, I Am 57 Today’ cioè ‘Non sono morto, compio 57 anni’ (pare che messaggi simili li avesse già pubblicati negli anni precedenti). Nel filmato condiviso sul canale con 1.2 milioni di iscritti, Apetor era in una vasca e aveva il numero 57 scritto sulla testa.

I fatti. Quel giorno Eckhoff era andato a pattinare sul ghiaccio alla diga di Jakobs, fuori Kongsberg (in Novergia), per girare uno dei suoi filmati. Poi, il tragico crollo e l’intervento dei subacquei che lo hanno trasportato d’urgenza all’ ospedale Ullevål, dove è morto 24 ore dopo. La compagna Tove Skjerven ha scritto un lungo post sui social per dirgli addio: “Sei andato in un’acqua vicino a Kongsberg e non vedevi l’ora di pattinare. Volevi anche filmare un po’ per un video su YouTube. Mi hai mandato un messaggio quando sei arrivato, con una foto di te e dell’acqua. Bel rapporto, hai scritto. Ma qualcosa è andato terribilmente storto”. E ancora ha raccontato l’accaduto: “Sei finito nell’acqua ghiacciata, e questa volta non ti sei rialzato, come hai fatto tante volte prima! Alla fine, sei stato prelevato dai subacquei e mandato in aeroambulanza all’ospedale di Ullevål”.

Infine ha concluso: “Hanno fatto tutto il possibile per riportarti in vita, ma eri stato sott’acqua per troppo tempo. Ero con te quando i dottori dell’ospedale hanno spento tutte le macchine che facevano funzionare il tuo corpo. Grazie di tutto. Abbiamo infiniti bei ricordi e manchi così indescrivibilmente!”. Tanti i messaggi di vicinanza da parte dei numerosi fan: “Possa la tua anima riposare in pace” oppure “Leggenda assoluta, ci mancherai moltissimo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Mangiano carne di tartaruga avvelenata: sette morti tra cui un bimbo di tre anni

next
Articolo Successivo

L’F-35 da più di 100 milioni di euro si schianta in mare: il video del decollo fallito dalla portaerei

next