Vincenzo De Luca si fa la campagna vaccinale da solo e annuncia il via libera alla terza dose per tutti. Il governatore della Regione Campania ha parlato al termine di una riunione con i dirigenti delle Asl e delle Aziende Ospedaliere: “Le vaccinazioni con terza dose, trascorsi i sei mesi dall’ultima somministrazione, sono aperte a tutti i cittadini della Campania senza limiti di fasce di età o di categorie. Per le terze dosi ci si può rivolgere direttamente ai centri vaccinali senza alcuna prenotazione“.

Una decisione improvvisa, che non segue le indicazioni del governo e del commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo: ad oggi, infatti, in Italia possono ricevere la terza dose i fragili, gli operatori sanitari, il personale delle Rsa e tutti gli over 60. Solo dal primo dicembre sarà aperta anche agli over 40, come ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza.

De Luca invece sceglie un’altra strada, quella che per esempio sta già percorrendo la Germania, che sta tentando in ogni modo di frenare la quarta ondata senza ricorrere ad ulteriori restrizioni. Ma anche negli Stati Uniti, stando a indiscrezioni raccolte dall’Adnkronos, l’amministrazione Biden si appresta ad autorizzare la terza dose per tutti. “Resta la priorità assoluta delle dosi booster per il personale sanitario, quello delle Rsa e del personale scolastico. Ma ogni cittadino che voglia, può essere immediatamente vaccinato”, ha spiegato ancora De Luca.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, 7.698 nuovi casi e 74 morti. Netto aumento dei ricoverati con sintomi: +162

next
Articolo Successivo

Covid, Rasi: “No vax? Giusto riflettere sulle restrizioni. La terza dose ci permetterà di tenere aperte le attività”

next