Un gruppo di manifestanti del WWF con maschere di animali a rischio estinzione hanno organizzato un flash mob di protesta nell’ultimo giorno ufficiale della Cop26 a Glasgow. Gli attivisti hanno chiesto ai governi che stanno partecipando alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021 di rispettare gli accordi presi. ” Noi non dimentichiamo”, dicono gli attivisti. Secondo gli attivisti la bozza dell’accordo della Cop26, visionata insieme ad altri gruppi di attivisti, ha al suo interno elementi positivi, ma anche l’allentamento di alcune misure, in particolare quelle sul carbone.

Per il Wwf la bozza rivista ha compiuto “passi indietro in aree chiave”, in particolare per quanto riguarda i combustibili fossili. Ma l’organizzazione parla comunque di “segnale importante” e accoglie favorevolmente “l’aumento a breve termine degli impegni climatici entro il 2022”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cop26, l’appello dell’attivista Vanessa Nakate: “Stiamo affogando nelle promesse. Dimostrateci che abbiamo torto”

next