Confinamento per galline, polli, tacchini e adieu al paté di fegato d’oca. È allarme aviaria in Francia, soprattutto nel sud-ovest, la zona del foie-gras, dove tutto il pollame e i volatili sono in lockdown. Un’ordinanza parla di una “moltiplicazione di casi nei paesi vicini”, che unita al passaggio di uccelli migratori come la gru ha alzato il livello del rischio e ha convinto gli allevatori a chiudere in gabbia i volatili.

Soltanto lo scorso inverno sempre nel sud-ovest più di 500 allevamenti furono contaminati dal virus e 3,5 milioni di animali furono abbattuti, soprattutto anatre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Germania, diplomatico russo muore cadendo dai piani alti dell’ambasciata a Berlino. Per l’intelligence era una spia del Fsb

next