Chi è Chiello? Se lo chiesti in tanti dopo che “X Factor” l’ha annunciato come ospite del secondo live, in onda stasera su SkyUno e Now. I commenti sono stati piuttosto duri: “Molto meglio fare senza ospiti che prendere il primo che esce da un rave party”, ha scritto un utente. E poi, un altro, pescato tra i tanti commenti dello stesso tenore: “Sempre peggio. Voglio proprio sentirlo cantare sto tizio promettente di cui non si sa niente”.

No, a “X Factor” non sono impazziti. Sarebbe bastato “googlare” il suo nome, che all’anagrafe si scrive Rocco Modello, per capire che questo 22enne di Potenza è uno dei cantanti del momento. Non sarà conosciuto come Vasco Rossi, Laura Pausini e i Maneskin, ma è senz’altro uno degli artisti più promettenti della Generazione Z. All’attivo ha soltanto un album da solista, uscito due settimane fa: “Oceano paradiso” ha debuttato al terzo posto della classifica Fimi, subito dietro due giganti delle vendite come Salmo e Blanco, ma davanti al nuovo disco dei Coldplay.

Per non parlare di Spotify: le undici tracce del suo album contano già 30 milioni di stream. Mica noccioline. A trainare il disco c’è “Quanto ti vorrei”, una super hit su TikTok ma anche in radio, dove il ritornello “Ma perché torni sempre da me” risuona all’impazzata. E allora perché nessuno conosce Chiello? Chi ha più di 30 anni può essere giustificato. Lui spopola tra gli under 25, che poi sono i suoi coetanei.

Chiello si era avvicinato al mondo della musica sin da giovanissimo con pseudonimi discutibili come Pistacchiello. Ma il successo ha cominciato ad accarezzare il suo volto pieno di tatuaggi soltanto a partire dal 2017, quando ha fondato il collettivo FSK Satellite assieme agli amici Sapobully e Taxi B. Con loro sono arrivati i primi concerti, le prime certificazioni, ma anche le prime polemiche per quei versi così controversi (“Con i soldi della droga ho comprato una pistola”, per esempio). Quest’estate il collettivo ha annunciato il congelamento del progetto. Così per lui è arrivato un feat con Rkomi, “Cancelli di mezzanotte” (12 milioni di stream), il primo album da solista e ora pure la consacrazione a “X Factor”. Di lui, statene certi, sentirete parlare sempre di più.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cranio Randagio, al via il processo per la morte del rapper di X Factor: le accuse contro i tre amici

next
Articolo Successivo

Striscia la Notizia torna sul ‘caso Ambra’: “Tutto architettato dalla sua agenzia”. La risposta: “Siamo increduli”

next