Cinque rapinatori hanno assaltato un laboratorio orafo a Milano, hanno sequestrato i dipendenti per quasi due ore minacciandoli con delle pistole e hanno portato via materiale prezioso in oro e palladio per un valore stimato in un milione di euro. Secondo quanto riferito alla polizia, alle 8 di giovedì la banda di cinque persone – tutte camuffate con maschere in lattice – si è introdotta nel laboratorio Trafilor all’interno di un cortile in via privata Assab 5, in zona Cimiano. I rapinatori – due dei quali armati di pistola – hanno imbavagliato e immobilizzato i dipendenti con fascette da elettricista in attesa dell’arrivo della titolare, una 52enne, l’unica a poter aprire la cassaforte.

A quanto riferisce il Corriere della Sera, dopo la fuga dei rapinatori i dipendenti sono poi riusciti a liberarsi e a dare l’allarme al 112. Non è chiaro con quale mezzo i cinque siano fuggiti e verso quale direzione. Sul posto le volanti della polizia e gli investigatori dell’Antirapine della squadra Mobile, che stanno sentendo i testimoni. Al vaglio le immagini delle telecamere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Report Gimbe: finito l’effetto Green Pass, crollano le prime dosi (-39%). L’allarme: “Lieve ma progressivo calo dell’efficacia dei vaccini negli over 60: accelerare con la terza dose”

next
Articolo Successivo

Friuli Venezia Giulia, casi Covid triplicati in un giorno. Si allarga il focolaio a Trieste: 150 contagi dopo le proteste No Green Pass

next