Nella puntata di Chi l’ha visto di ieri 20 ottobre, Federica Sciarelli si è resa protagonista di un siparietto già diventato virale sui social, in particolare su Twitter. Andiamo con ordine. La conduttrice, parlando dell’assalto alla CGIL avvenuto a Roma il 9 ottobre, ha mostrato il video di un poliziotto in borghese che picchiava un manifestante a terra. Si trattava di un agente che – come detto dalla padrona di casa – si è presentato in questura dopo la diffusione delle immagini: “Ora è scattata la segnalazione all’Autorità Giudiziaria. Se la vedrà con la giustizia”, ha spiegato. In studio, accanto a lei, l’Assistente capo della polizia penitenziaria Stefano Pressello, il quale assomiglia per fisionomia proprio a quel poliziotto coinvolta nell’episodio. Da quel giorno Pressello è stato sommerso di insulti e parolacce sui social.

Messaggi offensivi, dunque, che Sciarelli non ha esitato a riportare in diretta: “Voglio leggere queste minacce. So che poi tutti ridono ma queste sono terribili: ‘Ti smer****mo per tutto il mondo – ha cominciato a leggere – Tutti sapranno che me**a sei, che me**a sei stato… Spero tu ti sia divertito, maestro di questo grandissimo ceppo di ca**o e tranquillo, non toccherò nessun tuo familiare, solo te. Vogliamo solo te'”. Parole forti, in prima serata su Rai 3, che non potevano non scatenare una reazione sui social. “La Sciarelli che pronuncia 10 parolacce in pochi secondi. Puntata cult da registrare”, ha scritto un utente. Oppure: “La Sciarelli alle 21.36 legge praticamente un vocabolario di parolacce. Puntata frizzantina”.

Non è finita qui. L’agente ha affermato: “Ho saputo tutto questo dai social. Io ovviamente ho denunciato, si tratta di circa 35 persone denunciate”. La padrona di casa ha poi aggiunto: “Tutti questi messaggi senza alcun senso, brutti proprio. Minacciato perché vedono una persona pelata…“, a quel punto è intervenuto il poliziotto: “Beh sì insomma, i tratti somatici”. Allora Sciarelli: “Vabbè, guardi io neanche ci sono sui social. Non so come si faccia a decidere da un video che si tratta proprio di quella persona della fotografia”. La conduttrice faceva infatti riferimento ad un’immagine, mostrata anche durante la trasmissione, di una rivista della polizia penitenziaria risalente al 2019 in cui Pressello era in copertina e veniva elogiato in quanto ‘campione del mondo Judo Master’. Una foto divenuta poi fatale, da qui infatti è nato l’equivoco che, si spera, sia stato chiarito. “Noi l’abbiamo fatta vedere, credo che adesso la pianteranno. Attenzione: tutto questo odio e questa violenza non fa bene a nessun e non ci allontana dal Covid”, ha concluso la conduttrice.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gabby Petito, ritrovati resti umani e la carcassa di un cane vicino ad oggetti del fidanzato Brian Laundrie

next
Articolo Successivo

Eugenia Suarez conferma il tradimento a Wanda Nara: “Vi svelo le bugie che mi diceva Mauro Icardi”

next