Tra i ballerini più attesi della nuova edizione di Ballando con le Stelle vi era sicuramente Morgan. Nella puntata d’esordio dello storico dance show di Rai 1 andata in onda ieri 16 ottobre, il cantautore milanese ha sorpreso i giudici con la prima performance di ballo accanto ad Alessandra Tripoli. Al termine dell’esibizione, puntuale come un orologio svizzero è arrivato anche il parere di Selvaggia Lucarelli con cui, anni e anni fa, Morgan ebbe una relazione. “Arriva la cattiveria“, ha esordito lui. Allora la giornalista: “Io la cattiveria? Sto ancora aspettando che mi richiami da 10 anni“.

A quel punto lui si è dovuto correggere: “No dai non è la cattiveria allora, diciamo l’intelligenza”. Lucarelli poi ha proseguito: “Voglio direi ai miei meravigliosi colleghi: non sapete cosa rischiate nell’innaffiare l’ego di questo uomo, la prossima settimana lo troviamo al posto di Milly Carlucci“. Lui ha replicato: “È solo questione tempo, non la prossima settimana ma tra due”. Poi Selvaggia si è fatta seria e ha concluso: “Io credo che per te possa essere una specie di Green Pass per tutto il mondo dello spettacolo. Hai combinato un sacco di casini in giro e con Ballando puoi farti perdonare tutto. Hai l’atteggiamento giusto, balli bene (e non ce lo aspettavamo). Se riesci a non avere la sindrome rancorosa del beneficato, potresti uscirne bene come non sei mai uscito da nessuna parte”. “Grazie”, ha infine aggiunto l’artista.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brunori Sas è diventato papà, è nata la figlia Fiammetta: “Già irrimediabilmente rimbambito”

next
Articolo Successivo

Tu Si Que Vales, Rudy Zerbi tocca le parti intime del concorrente. Maria De Filippi: “Mi vergogno per te”

next