Il ottobre si è aperto il sipario sul più grande evento mai organizzato nell’area MEASA (Medio Oriente, Africa e Sud dell’Asia), l’Expo 2020 Dubai, “+1” sarebbe corretto dire. A causa della pandemia abbiamo aspettato un anno per parlare delle principali sfide per il mondo moderno: Opportunità, Mobilità e Sostenibilità. Un’occasione di incontro per pianificare nuove strategie e creare il futuro che abbiamo sempre immaginato, partendo dalla condivisione dei saperi e delle tradizioni poiché alla base dell’innovazione c’è sempre la consapevolezza, fondamenta di memoria a sostegno di una società meravigliosamente variegata. 191 padiglioni di Paesi diversi ed un ricchissimo calendario di eventi che durerà sei mesi, dal di ottobre al 31 marzo 2022. L’esposizione universale Expo 2020 Dubai tarda di un anno come le Olimpiadi, ma rincara nelle aspettative e guadagna in qualità: presentazioni, conferenze, workshop, ricevimenti, incontri istituzionali, ma anche esibizioni, sfilate e spettacoli dal vivo ogni giorno, avvalorate dal piacere della buona tavola con le proposte culinarie di tutto il mondo, memori di Expo Milano 2015 che recitava “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Il cibo, l’arte e la cultura saranno di casa al padiglione Italia, che vi accoglierà con una replica 3D del David di Michelangelo, monito hi-tech di un concetto universale, la bellezza senza tempo. L’innovazione come strategia dell’utile ma anche scenografia di un futuro virtuoso che mira ad incentivare il digitale, la sostenibilità e l’economia circolare.

Expo 2020 Dubai è un’opportunità da vivere in famiglia

Una scoperta inesauribile di idee per il futuro ma anche di curiosità provenienti da ogni angolo del pianeta da esplorare con i più piccoli: il labirinto interattivo 3D del Parco giochi di Rashid sarà un’avventura entusiasmante, così proiettarsi nel cuore dell’Amazzonia alla scoperta dei suoi animali nel padiglione Brasile, oppure ascoltare la Nona Sinfonia di Beethoven suonata dai robot “di casa Germania”. E poi tante attrattive irresistibili anche per i grandi, come un pitstop goloso al padiglione Svizzera, dove gustare delizioso cioccolato alpino nel cuore del deserto.

Un viaggio nel mondo delle idee e delle culture, ad un passo da una città avveniristica che ha fatto delle sue tradizioni le radici del progresso: Dubai vi aspetta con uno skyline da capogiro, lusso ed attività uniche, seppur circondata da un deserto dove ci si orienta ancora guardando le stelle.

Expo 2020 Dubai, un evento tanto atteso

Manca pochissimo all’avvio di Expo 2020 Dubai, un evento imperdibile che Turisanda e Presstour propongono insieme al volo+soggiorno a Dubai o ad Abu Dhabi; entrambe le metropoli si trovano alla stessa distanza dalla location che ospiterà gli avveniristici padiglioni espositivi. Una proposta unica ed esclusiva che include voli diretti Neos da Verona, volo Emirates e Etihad da Milano e Roma, fast track, trasferimento, meet and greet all’arrivo in italiano, un buono sconto di 200 euro valido per un nuovo viaggio e il biglietto d’ingresso, usufruibile dal giorno di apertura previsto il ottobre. L’entrata è disponibile in formula giornaliera o cumulativa, e sarà possibile accedere tutti i giorni dal lunedì, martedì, mercoledì e sabato dalle ore 10 alle ore 24, mentre giovedì e venerdì dalle 10 alle 2 di notte. Chi sceglie un soggiorno a Dubai, non se ne pentirà. Volete sapere perché?

Dubai, dal passato al futuro e viceversa

Idee e nuove prospettive ma anche la bellezza del “qui ed ora” in una città davvero strabiliante. Una realtà dei record a cominciare dalla sua icona, il grattacielo più alto del mondo, il Burj Khalifa, con i suoi 828 m di altezza. Un riferimento dell’architettura moderna simbolo del progresso dell’uomo. Un gigante inconfondibile per le sue forme leggiadre ispirate all’Hymenocallis, il fiore tradizionale del deserto, una scelta di estetica e necessità, funzionale per rompere il flusso omogeneo del vento ad altezze vertiginose. Accedere alle piattaforme panoramiche è una delle tante esperienze imperdibili da fare in città, soprattutto al 148° piano “At the Top, Burj Khalifa SKY”, a 555 metri da terra, da dove godere di un’impareggiabile vista sulla città e sulle altre costruzioni iconiche come il Burj Al-Arab, affacciato sul mare cristallino della baia di Dubai, attrattiva irresistibile di un soggiorno in questa città da capogiro.

Un viaggio a Dubai è un’esperienza completa, un tuffo nel futuro ma anche nelle consuetudini di una vacanza a tutto tondo: vi aspettano un caldo e limpido mare e spiagge dorate dove rilassarsi, come quella di Jumeirah, coccolati in un esclusivo resort come l’Hilton Jumeirah di Turisanda. E se la vostra preferenza è quella di soggiornare a pochi passi dal famoso Mall of the Emirates il Millennium Al Barsha Hotel di Presstour è quello che fa per voi.

Dopo un entusiasmante viaggio nelle idee innovative dell’Expo e nella moderna realtà urbana, gli attimi di totale relax in spiaggia o nelle spa delle strutture fronte mare, arrivano tante avventure alla scoperta delle tradizioni della città vecchia e del deserto alle porte: dal futuro al passato, a Dubai la linea temporale sembra quasi un’opinione! Lasciatevi affascinare dal distretto storico di Al Fahidi, puntellato da caffè, ristorantini, piccoli musei e gallerie d’arte, perdetevi nel brulicante quartiere di Deira e nel suo mercato vecchio tra spezie, tessuti, incensi e “oud”, il legno aromatico locale. Due mondi divisi dalle acque calme del Dubai Creek, dove fare una minicrociera a bordo di un dhow in legno lavorato dipinto di bianco e turchese, la tipica imbarcazione di mercanti e pescatori oggi adibita anche al turismo. Continuate a navigare tra le onde delle dune sulle quattro ruote di un fuoristrada con ridotte, oppure dall’alto dei cammelli, i destrieri del deserto. Dubai è un viaggio nel tempo, nelle idee e nelle tradizioni, è molto più di uno skyline da capogiro, è arte del progresso come l’Expo 2020 Dubai appena arrivato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Lapponia, un incantesimo per grandi e piccini

next