Star in the Star, il programma condotto da Ilary Blasi su Canale5, chiude con due puntate di anticipo. Bassi ascolti. Ecco il motivo per cui già il 7 ottobre vedremo la semifinale. Lo show non era “partito bene” nemmeno sulla carta, con le “accuse” di essere un mix tra due programmi esistenti, Tale e Quale Show e Il Cantante Mascherato e Pier Silvio Berlusconi furibondo dopo la prima puntata. Secondo Dagospia Mediaset minaccia querele contro la società di produzione Banijay guidata dai fratelli Bassetti. I due dirigenti avrebbero ricevuto una durissima lettera di diffida, inviata proprio da Pier Silvio Berlusconi. Un messaggio molto chiaro: o la prossima puntata cambierà radicalmente o l’azienda di Cologno Monzese procederà con richiesta danni e querela. Motivo della lettera? Quello che abbiamo visto non avrebbe rispettato l’idea e la proposta fatta. Ora arriva la chiusura, con due settimane di anticipo (e il programma che non cambiato). Gli ascolti, bassi, non hanno certo aiutato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ezio Bosso, il brano inedito dell’artista nel film documentario di Giorgio Verdelli al cinema dal 4 al 6 ottobre – Video

next
Articolo Successivo

Marta Flavi a 70 anni in forma incredibile ospite di Oggi è un altro Giorno: “Faccio promozione su me stessa, mi trovate marito?”

next