Cistite interstiziale. La condanna fisica, psicologica, professionale per l’attrice Francesca Neri ha il nome di una malattia cronica che l’ha tenuta lontana per anni dai set, rinchiusa in casa lontana da tutto e da tutti, e che ora racconta in un libro autobiografico, Come carne viva (Rizzoli). “È durata tre anni la fase acuta, non ne sono fuori e non si guarisce: impari a gestirla e a non provocarla in modo che non sia invalidante”, ha spiegato la protagonista de Le età di Lulù in un’intervista al Corriere della Sera. Neri ha spiegato che durante i primi due anni di malattia ha trovato conforto in un chat di donne online che soffrono di questa malattia poi di aver trovato sollievo giocando online di notte a burraco, fino a quando è balenata l’idea del suicidio.

Nel libro, Neri racconta il rapporto complesso ma vero con il marito Claudio Amendola conosciuto sul set di Amarsi un po’, ma anche la genesi della nefasta malattia e il tentativo vano di trovare una cura definitiva. Medicine, agopuntura, ozonoterapia, anche se è il luminare che le propone un massaggio intravaginale a risolvere almeno parzialmente il problema. Malattia che l’ha portata a reinventarsi la sessualità con il proprio compagno, ma anche a darsi limiti nel mangiare, ad entrare in luoghi con aria condizionata o dove fa molto caldo. In Come carne viva, Neri ripercorre anche ampi stralci della sua carriera, come le problematiche ad accettarsi nella propria conturbante bellezza. “Non sopportavo il naso né il pomo d’Adamo, troppo pronunciati. Detestavo la mia fronte troppo alta e larga (..) E poi lo sbaglio delle labbra rifatte, a cui sono riuscita a rimediare”, chiosa la musa di Almodovar e Bigas Luna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, anziano disabile senza ascensore da 15 anni: dopo l’appello di J-Ax, il Comune gli concede una deroga per realizzarlo

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Sonia Bruganelli legge un messaggio di Paolo Bonolis: “Dovresti farti raddoppiare il cachet”. Alfonso Signorini commenta: “Domani chiamo Berlusconi”

next