È stato squalificato Nego Do Borel, il concorrente del reality brasiliano La Fazenda dopo le sempre più insistenti accuse di aver molestato Dayane Mello, ex Grande Fratello Vip. A dare l’annuncio è stato lo stesso network televisivo, Record tv, attraverso un post pubblicato su Instagram ieri 25 settembre. La comunicazione arriva proprio nelle stesse ore in cui, stando a quanto riportato dal Messaggero, il ‘Caso Dayane Mello’ è diventato sempre più oscuro e serio. Sembra infatti che Dayane sia stata vittima di diversi episodi di violenza sessuale sul set del reality e sui social in molti parlano della vicenda usando addirittura l’hashtag #stuproallaFazenda. Un’accusa gravissima che ha fatto subito il giro del mondo e sta facendo molto discutere.

Un’altra ex concorrente del GF Vip, Giulia Salemi, è intervenuta qualche ora fa sui social dicendo: “Per favore chi gestisce il profilo ufficiale di Dayane Mello faccia qualcosa! Siamo arrivati a parlare di stupro? Non stanno tutelando Dayane in quel programma e siamo tutti preoccupati per lei! Perché poi quel pervertito non è ancora uscito? Aiutate Dayane contattate la produzione!”. Non solo, il quotidiano romano riporta alcune indiscrezioni rivelate da Casa Chi di Alfonso Signorini, secondo cui in passato il cantante Do Borel sarebbe stato già denunciato da tre donne per aggressione e violenza domestica, fisica e psicologica.

Ad ogni modo, ora il canale televisivo si occuperà di tutte le verifiche del caso per accertare quanto successo sul set dal momento che gli episodi contestati non sono stati ripresi dalle telecamere. La modella brasiliana ha ricevuto supporto psicologico e “ha sostenuto un colloquio completando gli elementi essenziali per un processo decisionale equo”. I legali di Dayane sono pronti per approfondire la vicenda. Da parte sua, Do Borel nega tutto e ha annunciato che dimostrerà di essere innocente: “Il team legale dell’artista è attualmente in contatto con il team legale dell’emittente per verificare tutte le informazioni e si esprimerà in serata, quando avranno maggiori dettagli. Mettiamo in chiaro che siamo favorevoli a che sia fatta giustizia e chiediamo di evitare processi senza prove o basati su piccoli ritagli provenienti da internet”, la nota dell’ufficio stampa di Do Borel .

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Record TV (@recordtvoficial)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Simona Ventura rivela il suo rituale scaramantico: “Se mi cade la cartellina la sbatto tre volte per terra e sputo tre volte sul copione”

next