Nuova mobilitazione degli ex lavoratori Alitalia e di tutti quelli coinvolti nel settore del trasporto aereo. Dopo la rottura della trattativa tra Ita e sindacati, su contratti e Cigs, centinaia di lavoratori si sono riuniti in assemblea fuori dal terminal 3. Fumogeni arancioni, trombette e perfino la simulazione di una donna crocifissa, con una bara e la scritta “Draghi come Ponzio Pilato” hanno accompagnato la protesta. Oltre ad Ita sono state portate avanti anche le vertenze delle altre grandi aziende del trasporto. A manifestare con i lavoratori di Alitalia anche quelli di Gkn, ex Ilva, Pirelli ed altre.

Una parte dei manifestanti di Alitalia ha bloccato la circolazione lungo l’autostrada Roma-Fiumicino per non consentire l’accesso all’aeroporto. Alcune persone, probabilmente passeggeri che rischiano di perdere voli, sono scese dalle auto ferme per cercare di raggiungere l’aeroporto. E non sono mancati anche attimi di tensione con la polizia, con spintoni e scontri, quando i manifestanti hanno sfondato il cordone delle forze dell’ordine, in tenuta antisommossa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Whirlpool, Tibaldi (Fiom) dopo il tavolo al Mise: “Piccolo passo avanti. Progetti di reindustrializzazione? Meritano analisi seria”

next
Articolo Successivo

Salario minimo, l’accordo Landini-Conte-Letta: “Non possiamo passare dalla pandemia del virus alla pandemia degli stipendi”

next