Maschera di Dalì a coprire il volto, una tuta rossa e in mano una mitraglietta (finta). Due ragazzini appena adolescenti hanno seminato il panico per le strade di Orbetello, in provincia di Grosseto. Come riporta Il Tirreno, i due venerdì hanno deciso di giocare travestendosi da protagonisti della Casa di Carta, la serie tv Netflix che ha spopolato. Ma non potevano immaginare che quel travestimento, innocuo dal loro punto di vista, potesse spaventare i cittadini.

I ragazzi hanno continuato a giocare fino a verso le 13 quando alcuni passanti, impressionati, hanno chiamato i carabinieri della stazione locale. Le forze dell’ordine, forse immaginando di trovarsi davanti due veri criminali e non due ragazzini con armi giocattolo, sono intervenuti con quattro pattuglie, con tanto di giubbotto antiproiettile. “Circondati” i ragazzini hanno tolto le maschere, svelando la loro identità. Dietro non c’erano né Tokyo né Berlino (ovvio), ma appunto due adolescenti che sono scoppiati in lacrime, spiegando che si trattava solo di un gioco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

È morto Mick Bridgen, il tour manager dei Rolling Stones ha avuto un incidente mentre scavava una tomba per il suo cane

next
Articolo Successivo

Maneskin, Victoria a seno scoperto e Damiano a torso nudo: il live a Vienna è ‘hard’

next