Stefano Coletta avrebbe voluto (ri)portare Raffaella Carrà su Rai1. Ma la showgirl, all’attuale direttore di Rai1, non ha più risposto. “È la prima volta che lo dico: nell’ultimo mese le ho mandato vari messaggi, tra cui l’ultimo per il suo compleanno il 18 giugno. Ero ripartito alla carica perché ritornasse su Rai 1“, ha detto a “Quello che resta del giorno” su RaiNews24. Quelle chiamate, però, sono cadute nel vuoto. Lo aveva già annunciato durante la presentazione dei Palinsesti della Rai, qualche giorno fa: “Raffaella Carrà ha scelto di essere lontana dalla vita pubblica in questo anno e mezzo. Con lei stiamo tentando di parlare. L’ho chiamata anche per il compleanno ma non mi ha risposto… Resta un desiderata quello di portarla per un progetto particolare su Rai1”.

La volontà di Coletta era quella di riportare la diva al Festival di Sanremo, ma anche all’Eurovision del 2022. “Il mio pensiero, solo mio, era di volerla sia a Sanremo che all’Eurovision 2022 ma non c’è stato tempo di poterci vedere, di poterci parlare. Oggi è un dolore non professionale, è un dolore umano. Perché negli anni di collaborazione ho trovato un’amica che aveva una caratteristica molto rara nel nostro lavoro: sapeva gioire del successo degli altri”, ha aggiunto il direttore.

Fu proprio lui a riportare Raffaella Carrà in onda nel 2019 con “A raccontare comincia tu”, lo show di interviste dove sono intervenuti tutti i big dello spettacolo (da Maria De Filippi a Renato Zero e Loretta Goggi). Quello rimarrà il suo ultimo programma televisivo. “Lei mi ha detto che con me si era creato davvero un rapporto di stima reciproca e di rapporto stretto, e che sarebbe tornata, ma io sono arrivato a Rai 1 pochi giorni prima della pandemia e quindi tutto si è sospeso. Ci siamo detti che ci saremmo ritrovati dopo la pandemia per fare insieme un nuovo progetto su Rai 1”, sono le parole di Coletta. Il nuovo show, purtroppo, non ci sarà mai.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia-Spagna, la Nazionale omaggia Raffaella Carrà: ecco cosa c’è in programma

next
Articolo Successivo

Raffaella Carrà, un corteo di tre giorni per darle l’ultimo saluto a Roma: ecco il programma

next