Tris di vittorie e gli ottavi di finale in tasca. Gli azzurri superano all’Olimpico anche il Galles di Page grazie a una squadra rivoluzionata con otto novità. Ci pensa al 39 minuto Matteo Pessina a risolvere la partita. Vittoria in campo ma anche in tv, in una domenica soleggiata l’Italia si ferma davanti al piccolo schermo, questa volta non alle 21 ma alle 18. Sul fronte auditel vola Italia-Galles che sfiora il 70% di share superando i 13 milioni di telespettatori.

Nel dettaglio Rai1 ha incollato allo schermo ben 11.460.000 telespettatori con il 60% di share: il primo tempo ha ottenuto 10.406.000 e il 58,6%, il secondo tempo è stato visto da 12.449.000 con il 61.1%. Un dato a cui si aggiunge il risultato di Sky che sfiora il 9% con 1.7 milioni di spettatori.

Proprio il traino della partita fa volare il Tg1 delle 20 che tocca il 35% di share. Durante il match alle altre reti restano solo le briciole. Canale 5 in access sprofonda al 5% con le repliche di Caduta Libera, l’edizione di Studio Aperto su Italia 1 si ferma al 2%, il Tg4 finisce addirittura sotto questa soglia fermandosi all’1,74%. Non va molto meglio al Tg3 con solo il 3,6%.

Non possibile di fatto un paragone secco con i dati delle prime due sfide europee, disputate entrambe alle ore 21: al debutto con la Turchia la somma Rai-Sky aveva portato davanti alla tv più di 14 milioni, nel dettaglio il servizio pubblico aveva conquistato 12.749.000 spettatori pari al 50.7% di share, la tv satellitare aveva ottenuto 1.508.000 spettatori con il 6% di share. Ascolti in crescita nella seconda sfida contro la Svizzera che ha sfondato il muro dei 15 milioni con quasi il 60% di share, vista su Rai1 da 13.346.000 spettatori con il 51.9% di share, a cui si erano aggiunti quasi 2 milioni di telespettatori su Sky Sport con il 7,5% di share.

Gli azzurri torneranno in campo per gli ottavi, è tempo di dentro o fuori: il gruppo guidato da Roberto Mancini scenderà in campo sabato sera alle 21 con la seconda classificata del girone C. Austria o Ucraina? Oggi il verdetto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Domenica In, Mara Venier scoppia a piangere in apertura di puntata. Sileri reagisce così

next