Il parlamento ungherese ha approvato un disegno di legge che mette al bando la “promozione dell’omosessualità ai minori”. La norma, voluta dal partito del presidente Viktor Orban, prevede alcuni obblighi specifici per i canali televisivi. Tra questi, quello di trasmettere solo in seconda serata e con bollino rosso qualsiasi contenuto tocchi “le tematiche dell’omosessualità e la deviazione dell’identità di genere, al fine di garantire la protezione dei diritti dei bambini”. E tra le produzioni coinvolte ce ne sono anche alcune di grande successo come Harry Potter, Friends, Il Diario di Bridget Jones e Billy Elliot.

La Commissione Europea si è espressa a riguardo, mostrando preoccupazione per questa nuova legge: “Siamo molto preoccupati per la nuova legge in Ungheria. Stiamo valutando se questa violi la legislazione dell’Unione Europea”, ha scritto in un tweet Ursula von der Leyen, presidente della EU Commission. “Io credo in un Europa che abbraccia la diversità, non in una che la nasconde ai bambini. Nessuno dovrebbe essere discriminato sulla base del proprio orientamento sessuale”, ha aggiunto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diletta Leotta lascia Dazn? La piattaforma smentisce ma i commenti non sono tutti positivi: “Vogliamo giornalisti non veline”. La risposta: “Lei grande professionista”

next
Articolo Successivo

Women for Planet, donne d’impresa raccontano il loro lavoro sostenibile: ecco dove e quando

next