“Quello che è successo alla Partita del Cuore è grave e non torno sull’argomento. Io e tutti noi abbiamo preferito non commentare le recenti dichiarazioni, perchè sono stata male come starebbe male qualunque ragazza di 22 anni in una situazione del genere. I ragazzi lo sanno, mi hanno sostenuto tanto. Quello che è successo è grave, la mia verità l’ho già raccontata a caldo. Ora, poi, con la querela, sarà il tribunale a esprimersi”. Aurora Leone dei The Jackal rompe il silenzio e, rispondendo alle domande dei giornalisti sulle dichiarazioni di Gianluca Pecchini, torna a parlare della polemica sulla Nazionale cantanti e la Partita del cuore. L’occasione per riaprire il dibattito sulla vicenda è la conferenza stampa per Europei a casa The Jackal, le dirette nelle quali il gruppo su RaiPlay commenterà dall”11 giugno, in uno studio allestito come il salotto di casa, insieme ai loro ospiti, le partite con l’ironia che li contraddistingue.

Non ci può essere contesto migliore di questo per ripartire, per parlare di calcio – aggiunge Aurora Leone – e di tutti i valori, come amicizia e inclusione che ci legano”. Credo che quello che importi negli Europei “non sia tanto l’aggettivo maschile ma il concetto di Nazionale – aggiunge Aurora Leone – che unisce tutti, nessuno escluso. Non c’è occasione più grande della Nazionale che riporti il tema dell’integrazione perchè il tifo è misto”. Come gruppo “siamo sempre stati abituati ad andare avanti, a voltare pagina – commenta l’attrice quando le chiedono se pensi che la polemica possa avere un’influenza sul programma -. Anche quando facciamo un video di grande successo, poi ci piace concentrarci su altro. Cosi’ come il progetto nasce da lontano, anche la nostra coesione nasce da lontano”. Quanto al potere dell’ironia rispetto alla denuncia di un malcostume, sottolinea: l’ironia “è fondamentale, è la nostra vita, anche se in alcune situazioni penso che non basti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ermal Meta contro i tormentoni estivi e “scoppia la bufera”: “Parla di Sangiovanni”. Poi l’insolita richiesta di un fan

next
Articolo Successivo

Mara Venier disperata: “La vita mi è cambiata in un attimo. Ho un nervo lesionato e una paresi totale”

next