Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Torino ha rinviato a giudizio Simone Caminada, il 38enne brasiliano assistente-tuttofare e convivente del filosofo Gianni Vattimo, imputato di circonvenzione d’incapace perché – secondo la tesi del sostituto procuratore Giulia Rizzo – ha approfittato della “generosità” e della “fragilità psichica” dello studioso per farsi elargire denaro e intestare polizze assicurative attraverso “costanti suggestioni e pressioni morali“. La prima udienza è fissata al prossimo 27 ottobre. “Ci difenderemo nel processo, verranno a testimoniare gli amici di Vattimo disinteressati al suo patrimonio e spiegheranno come stanno le cose. Nel frattempo passeremo una buona estate”, ha commentato Caminada, mostrando il taccuino di Fidel Castro che secondo la Procura è uno dei beni sottratti in modo illecito. “Si tratta di un bloc notes che può avere al massimo un valore affettivo, ci sono appunti su elettrodomestici che Fidel Castro aveva provato quel giorno”, ha detto a Repubblica Torino.

A sostegno della dichiarazione d’incapacità di Vattimo c’è la perizia psichiatrica del consulente del pm Franco Freilone, che ha ritenuto che il filosofo possa soffrire di un deficit psichico, senza però riscontrare “elementi psicopatologici di natura psicotica o ascrivibili a demenza, o comunque tali da suggerire una compromissione dell’esame di realtà“. Gli esperti della difesa, invece (lo psichiatra Danilo Bettonte e la psicologa Denise Bisanti) hanno parlato di semplici, “lievi impacci cognitivi” dovuti all’età. “Noi abbiamo sostenuto che non ci fossero elementi a sostegno della tesi di circonvenibilità e avevano chiesto il proscioglimento. Una perizia ci dà ragione anche in civile” hanno spiegato, sempre al quotidiano torinese, i difensori Giacomo Gribaudi e Andrea Ferrero Merlino. “Il giudice ha deciso diversamente, ma questo è solo un passaggio procedurale, ci difenderemo strenuamente al processo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genova, una 34enne ricoverata con piastrine basse e trombi. Aveva ricevuto la prima dose di Astrazeneca il 27 maggio

next