Attimi di tensione nel pomeriggio del 4 giugno negli stabilimenti della Ceva Logistics a Stradella, in provincia di Pavia dove era in corso un sit-in dei lavoratori indetto dal sindacato Si Cobas per protestare contro il piano di ristrutturazione aziendale che, secondo i manifestanti, dovrebbe prevedere l’esubero di 100 operatori della logistica. Circostanza smentita dall’azienda che in una nota di sabato 5 giugno scrive: “Non è previsto nessun tipo di licenziamento. Infatti, gli investimenti effettuati dall’azienda negli ultimi anni – tuttora in corso – hanno assicurato la continuità delle commesse e, di conseguenza, una sicurezza lavorativa per circa 700 persone”

I lavoratori hanno cercato di bloccare l’accesso ai tir con le merci da smistare. E la polizia, in tenuta antisommossa, ha sgomberato il presidio con i lacrimogeni. Come riporta la Provincia Pavese, nella ressa un’operaia di 27 anni e un lavoratore di 33 anni sono stati feriti e portati all’ospedale della città per accertamenti. “L’azienda desidera esprimere il proprio dispiacere relativamente agli eventi di ieri (venerdì, ndr)”, conclude la nota di Ceva Logistics.

Articolo aggiornato sabato 5 giugno alle ore 18.48

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Via libera all’assegno unico per i figli da luglio: da 30 a 217 euro a disoccupati e autonomi. Conte: “Misura introdotta da scorso governo”

next
Articolo Successivo

Stop allo smartworking al 50% per i dipendenti pubblici, Brunetta: “Cancellato l’obbligo”

next