Aumentano i contagi in Vietnam, dove è stata riscontrata la rapida diffusione della variante anglo-indiana che dalla fine di aprile pare sia responsabile della salita della curva dei casi in 31 comuni e province con oltre 4mila infezioni, quasi il doppio del numero totale segnalato dal Paese dall’inizio della pandemia. Un allarme che ha spinto le autorità a decidere di sottoporre a tampone tutti i 9 milioni di abitanti di Ho Chi Minh (Saigon) e ha imposto ulteriori restrizioni per far fronte a un crescente focolaio di Covid-19. Tra queste l’uscita di casa solo per le attività necessarie e il divieto di raduni con più di 10 persone.

Prima dell’ordine dell’esecutivo, la città, che è il centro economico più importante e ha l’area urbana più grande e popolosa del paese, giovedì scorso ha chiuso le attività non essenziali visto l’aumento dei casi. La pubblicazione Vietnam News ha anche riportato che la polizia ha denunciato il capo di una missione della chiesa protestante per “diffusione di pericolose malattie infettive”, citando protocolli di scarsa igiene applicati nei locali. Sono stati segnalati almeno 145 casi di infezione da coronavirus collegati alla chiesa e il distretto di Go Vap, dove ha sede il centro di culto, è stato sottoposto a lockdown. Da allora il Vietnam ha ordinato un divieto a livello nazionale di tutti gli eventi religiosi.

I virus spesso sviluppano piccoli cambiamenti genetici mentre si riproducono e nuove varianti di coronavirus sono state osservate quasi a partire da quando è stato rilevato per la prima volta in Cina alla fine del 2019. L’Organizzazione mondiale della sanità ha classificato la variante rintracciata nel Regno Unito e in India, insieme ad altre due scoperte per la prima volta Sud Africa e Brasile, come “varianti preoccupanti” perché sembrano essere più contagiose. Il Vietnam ha vaccinato 1 milione di persone con AstraZeneca, ha un accordo con Pfizer per la consegna di 30 milioni di dosi entro la fine dell’anno. È anche in trattative con Moderna che dovrebbe fornire abbastanza dosi di siero per vaccinare completamente l’80% dei suoi 96 milioni di abitanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Israele, il salto nel buio del governo anti-Netanyahu: troppe distanze tra i leader. ‘Bibi’ perde l’immunità: lo attendono 3 processi

next
Articolo Successivo

Francia, catturato l’ex militare armato in fuga dopo uno scontro a fuoco con i poliziotti

next