Una nave cargo brucia nell’oceano indiano, al largo dello Sri Lanka dal 20 maggio. Le immagini, registrate il 30 maggio, mostrano le forze armate del Paese che continuano a combattere un incendio a bordo del vettore registrato a Singapore. Si tratta di uno dei peggiori disastri ecologici marini dell’isola: sono state infatti recuperate tonnellate di microgranuli di plastica scavando lungo l’arenile.

Secondo le autorità locali per la protezione marina, tale forma di inquinamento potrebbe causare danni cui l’isola dovrà far fronte per anni. La minaccia alle spiagge meta turistica e per l’industria ittica è già evidente. E intanto la pesca è stata interdetta lungo gli 80 km di costa più vicini alla nave in fiamme.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ruanda, crepe giganti e muri crollati: abitazioni distrutte dopo l’eruzione del vulcano Nyiragongo – Video

next
Articolo Successivo

Libia, il premier Dbeibah a Roma per incontrare Draghi e le imprese italiane: al centro ricostruzione e migranti

next