Sabato 22 maggio alle 18.30 è scoppiato il vulcano Nyiragongo nella città di Goma, in Congo. L’ultima volta, l’eruzione è avvenuta il 17 gennaio 2002. Finora, 15 persone hanno perso la vita in questa tragedia, 159 bambini non sono stati ancora trovati. Migliaia e migliaia di persone siano scappate dalle loro case, rifugiandosi nel paese vicino a Gisenyi e altre a Sake. La comunità di salesiani della Repubblica Democratica del Congo, che hanno diffuso il video, fanno sapere che tre di loro sono al sicuro ma segnalano che mancano acqua, cibo e riparo per accogliere gli sfollati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bielorussia dirotta volo e arresta dissidente, von der Leyen: “Abbiamo bloccato 3 miliardi di aiuti”. Il Consiglio Ue: “Spazio aereo europeo chiuso a Bielorusian Airlines”

next