“La famiglia va difesa ma una famiglia senza figli non esiste, perché si guarda al futuro”. E ancora: “la donna non è una fattrice, ma si realizza totalmente con la maternità e noi dobbiamo tutelare questo”. Parola del coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani che, intervenendo nel corso della presentazione di eventi per la festa della mamma dal titolo ‘Mamma è bello’ ha definito la sua concezione di famiglia – che non esiste senza prole – e di maternità che, dice, è la via per la piena realizzazione della donna.

Un intervento che ha suscitato la reazione della deputata M5s ed ex ministro Lucia Azzolina che si domanda: “Ma Forza Italia è questa roba qua? Iper reazionaria e tradizionalista? C’è qualcuno che prende le distanze?” e aggiunge: “Ma veramente? No figli = no famiglia. Quindi una coppia che non può o non vuole avere figli non è una famiglia?”. E sul fronte Pd Filippo Sensi, scrive Repubblica, commenta: “Leggo che Forza Italia dice che senza figli la famiglia non esiste. Ma come si fa? Dico io, come?”. Interviene anche il senatore di Azione Matteo Richetti scrive su Twitter: “A volte mi chiedo se facciano a gara per lanciare l’assurdità più grande, oggi è toccata a #Tajani con la massima “La famiglia non esiste senza figli“. Oltre che da medioevo questa frase ferisce profondamente la vita di migliaia di persone”. Da Forza Italia, finora, nessuno ha preso le distanze.

Le parole di Tajani – “Ricordo il nostro grande impegno affinché nel progetto di Recovery ci fosse una parte consistente legata agli asili nido. Continuiamo ad andare in quella direzione – ha detto Tajani durante il suo intervento-. Bella questa iniziativa affinché ci possa essere una maternità tutelata e non messa in difficoltà dalle istituzioni”. Per il coordinatore di Forza Italia “uno Stato deve aiutare le donne che vogliono diventare mamme. Se decresce la popolazione si è sempre più poveri e le generazioni future sono destinate ad impoverirsi. Cosa sarebbe dei nostri istituti che elargiscono pensioni? Ci sarebbero conseguenze di un modello sociale che rischia di degradarsi anche dal punto di vista economico se non si favorisce la natalità”.

Tajani ha poi sottolineato quanto sia importante “aiutare le donne a poter aiutare i figli, pensiamo anche ai casi in cui ci siano figli disabili. Bisogna intervenire in maniera determinante. Trasmettere eredità e cultura è possibile solo se ci sono dei figli. Non è facile, ma non bisogna assolutamente penalizzare chi fa molti figli. Lo Stato deve mettere a disposizione le strutture che aiutino le donne che vogliono mettere al mondo tutti questi figli”. Al centro, ha continuato, deve esserci “l’essere umano, la persona: questo è fondamentale per noi. Avere figli è anche una manifestazione di libertà, un modo per realizzarsi pienamente come padri e madri. Questo riguarda anche l’immagine della donna che abbiamo: bisogna tutelare le donne contro la violenza perché maternità significa anche rispetto della donna. La donna non è una fattrice – ha concluso -, ma si realizza totalmente con la maternità e noi dobbiamo tutelare questo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Abolire la legge Severino”. Salvini provoca di nuovo il governo: ora vuole raccogliere firme coi radicali per un referendum sulla giustizia

next
Articolo Successivo

Il caso Khashoggi, in un libro le carte inedite sull’omicidio: “Tutto quello che Renzi dovrebbe leggere prima di parlare di Rinascimento saudita”

next